La voce di chi è dentro al Gioco. Dal parquet alla scrivania, dai giocatori ai general manager, da una sponda dell’Oceano all’altra: le domande di AtG e le risposte di chi, in questa Lega, è protagonista.

FOTO: © Twitter - Jordan Loyd

Forse non tutti gli appassionati di NBA sanno chi sia Jordan Loyd, classe ’93 che nella scorsa Regular Season con i Toronto Raptors - poi campioni NBA - ha giocato in totale 12 partite (per 55 minuti) e segnato 29 punti. Sicuramente, però, tutti hanno visto una sua foto.

Anzi, LA FOTO.

Sì, perché l’attuale guardia tiratrice del Valencia, che ultimamente sta inanellando prestazioni degne di nota sia nel campionato spagnolo di ACB che in Eurolega, l’anno scorso era parte del roster dei Raptors con un two-way contract, e il caso e le circostanze l’hanno immortalato nella foto... quella foto!

Un’attimo prima dell’estasi che avrebbe poi portato la sua squadra a vincere le semifinali di Conference contro i Sixers, con l’epilogo senza precedenti nella storia della Lega che tutti noi ricordiamo (e ricorderemo). Accanto a Joel Embiid, preoccupato, e Kawhi Leonard, speranzoso, compare proprio lui, che non per niente TheStar.com ha definito “Jordan Loyd - a.k.a. that du...

Nikola e Will raccontano come sta andando la stagione, le loro aspirazioni personali e quelle di squadra, la chimica nello spogliatoio, il rapporto con coach Mike Malone e molto altro ancora…

Nikola Jokic

Come vedi fino ad ora la tua stagione e quella dei Nuggets?

Penso che stiamo avendo una buona stagione. Le aspettative che ci poniamo noi stessi sono molto alte, vogliamo raggiungere obiettivi importanti e questo, inevitabilmente, ci mette un po’ di pressione. È ovvio che abbiamo ancora tanti aspetti su cui lavorare, ma, in generale, penso che stiamo facendo una buona stagione. Basta guardare la classifica. Il quarto posto a Ovest certifica il nostro rendimento. Potremmo fare meglio, senza dubbio. Ma anche peggio. Personalmente, credo di star ritrovando piano piano la forma dell’anno scorso.

Spiegaci come, in una Lega in cui l’atletismo la fa da padrona, tu sia riuscito a eccellere con qualità tecniche, intelligenza e altre piccole cose...

Penso di aver portato qualcosa di nuovo in NBA. Su...

Dal calcio (di oggi) al basket (di ieri).

Dalla Champions League (con Real Sociedad, Atletico Madrid e Barcellona) all'NBA (Suns, Mavs e Lakers).

Da Antoine Griezmann a Steve Nash.

Nell'ultimo video realizzato per la rubrica "Straight to the Cup" (in quello precedente: 5 minuti con Luka Doncic, Boban Marjanovic e Maxi Kleber), una chiacchierata e qualche domanda tra la stella francese del Barcellona e il due volte MVP.

Ecco cosa ne è emerso nel video realizzato e diffuso da NBA in occasione delle Primetime Games dello scorso weekend.

In occasione dell'appuntamento degli Utah Jazz di sabato sera contro gli Charlotte Hornets, parte del programma delle NBA Primetime Games (quest'anno più ricco che mai), il centro francese Rudy Gobert ha raccontato i migliori momenti (e ricordi) durante la sua carriera Oltreoceano, iniziata a giugno 2013, quando fu chiamato con la 27esima scelta assoluta al Draft.

Dai riconoscimenti individuali (senza dimenticare mai, però, che "parliamo di uno sport di squadra") alle partite, alle giocate (sulla sirena) e alle serie Playoffs più cari e indimenticabili per "The Stifle Tower". Ecco le sue parole.
 

A 28 anni, dopo essersi fatto strada con un costante e incessante processo di crescita in Eurolega, “Nik” è ora sul palcoscenico più luminoso del panorama cestistico mondiale: l’NBA.

In una squadra, oltretutto, tra le più interessanti per il futuro, considerando la presenza nel roster dei Pelicans di giovani di grande prospettiva come l’ex Lakers Brandon Ingram e la prima scelta assoluta dell’ultimo Draft, Zion Williams (che ancora deve fare il suo debutto in Regular Season).

In attesa della terza partita in prima serata europea di New Orleans (domenica sera contro gli Orlando Magic, ore 21:30), parte del programma di NBA Primetime Games (che quest'anno prevede il numero record di 48 partite), abbiamo avuto l’occasione di fare una chiacchierata con Nicolò Melli riguardo al suo impatto con la Lega, con le sue logiche, i suoi ritmi e i suoi giocatori.

Ecco cosa ne è emerso.

Prima di tutto: qual è il tuo bilancio personale dopo le prime 20 partite?

Il bilancio attualmente è positivo, anche se...

Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com