Come se fossimo al bar, come se avessimo davanti una birra e volessimo semplicemente parlare del Gioco più bello del Mondo. “In my honest opinion”: dal nostro, personalissimo, punto di vista.

Una lega che non smette mai di chiacchierare (e twittare). Ecco 5 dichiarazioni degli "addetti ai lavori", e altrettante nostre considerazioni, su cui vale la pena soffermarsi qualche minuto. "Non è vero, in realtà stiamo facendo il culo a tutti" - Gregg Popovich. Esiste un uomo di sport che allo stesso tempo intimorisca e affascini come Coach Pop? Dopo otto sconfitte di fila, poi, ha rincarato la dose: "Non credete a chiunque abbia detto che stiamo perdendo delle partite: non è vero. Ci sono intrighi contro di noi". Chissà se ha detto così dopo aver sentito nello spogliatoio Spurs la ricerca di qualche alibi. Da applausi a scena aperta, poi, le sue dichiarazioni dopo aver ritrovato la vittoria contro i New York Knicks.

05/11/2019

Con chi giocherà i Playoffs 2020 l'ex MVP delle Finals, Andre Iguodala? La risposta, che probabilmente inizia con "Los Angeles", potrebbe cambiare le gerarchie nella corsa al titolo

Los Angeles è la città dei sogni. Come quello dei Clippers di competere per la prima volta, e seriamente, per il Larry O’Brien; o come quello dei Lakers di tornare dopo anni sul palcoscenico più importante, le NBA Finals, per riportare il popolo giallo-viola in quello che reputa il proprio habitat naturale: il tetto del mondo.

Los Angeles, poi, è la città delle storie con finali hollywoodiani, degli scontri epici e degli stravolgimenti di trama. E quello tra LeBron James e Andre Iguodala, andato in scena durante quattro Finals consecutive (dal 2015 al 2018), è stato uno dei duelli più vicini allo status di “leggendario” negli ultimi anni di Playoffs NBA. Che sia da Laker o che sia da Clipper, vedere Iguodala affrontare di nuovo LeBron, oppure questa volta spalleggiarlo nella sua caccia al quarto titolo, sareb...

Una lega che non smette mai di chiacchierare (e twittare). Ecco 5 dichiarazioni degli "addetti ai lavori", e altrettante nostre considerazioni, su cui vale la pena soffermarsi qualche minuto. 

 (fsportsgeek.com)

"Non è stata una serata storta, noi siamo questi" - Steve Kerr

Dopo una sola partita di Stagione Regolare, coach  Steve Kerr ha ricordato a tutti il ridimensionamento delle ambizioni dei Warriors. Troppo netta la differenza con i Clippers, neo favoriti all'anello: sconfitta di 19 punti e "garbage time" nel finale, dopo averne subiti 46 nel terzo quarto. La seconda non è andata meglio, anzi: 120-92 in casa dei Thunder, superando i 40 punti di scarto a inizio quarto periodo. 

Inoltre, l'annuncio che Klay Thomson potrebbe restare fuori tutto l'anno per il suo infortunio al ginocchio. Dichiarazioni che hanno lasciato poco margine d'interpretazione e che sono arrivate con un tempismo molto indicativo. Pochi giorni prima Steph Curry aveva dichiarato:"il nostro ob...

14/10/2019

Grafica: FadeawayWorld.net

Più che mai nell’estate appena conclusa - che sarà ricordata come una sorta di “Big Bang” sportivo - Los Angeles è stata il centro dell’universo, l’epicentro del terremoto che ha investito l’NBA in quella che è stata l’off season più movimentata del nuovo millennio (e non solo).

La trade Anthony Davis prima, il maxi-affare Leonard+George e la firma di DeMarcus Cousins poi: che le stelle orbitino attorno a Hollywood (e allo Staples Center) non è certo una novità, ma lo è il fatto che “l’altra” LA - i Clippers, ovviamente - sia stata al centro della scena. Gettando le basi per un’annata da protagonista, per avere dalla propria parte i favori del pronostico e per l’apertura di un possibile ciclo vincente.

Semplicemente, “l’altra LA” non è più tale. E, anzi, secondo molti - incluso chi scrive - è la favorita dell’Ovest, anzi dell’intera Lega, per il titolo. Nella stessa off season i giallo-viola sono tornati, dopo anni in zone della Western Conference che stonano co...

30/07/2019

Ainge e Stevens ripartono da Kemba Walker e dai giovani: fin dove può arrivare questo roster?

Inutile negarlo, dopo la trade con Brooklyn, i Boston Celtics sembravano proiettati verso un titolo, avendo accumulato una serie incredibile di asset. Con la partenza di Irving possiamo considerare conclusa la saga Celtics-Nets, e incredibilmente a uscirne meglio è stata la franchigia newyorkese, che è riuscita a firmare, oltre a Kyrie (ironia del destino), anche Kevin Durant. Danny Ainge aveva un importante patrimonio e benché non lo abbia sperperato affatto - l’ossatura attuale della squadra deriva da quelle scelte dei Nets - ai tifosi è rimasto un po’ di amaro in bocca.

Il rimprovero mosso al GM è di non aver osato abbastanza. Anche la sfortuna si è messa di mezzo con l’infortunio di Kyrie al primo anno e con i problemi di chimica del 2019. Sulla carta la mossa di Danny Ainge era giusta. Purtroppo, però, nel basket lo spogliatoio è un fattore fondamentale e in questo caso...

Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com