• Emil Cambiganu

AtECF: "We're all on the same page"


Bucks - Hawks, Post-Game 2

125-91, 34 punti di scarto.


Dopo la sconfitta di Gara 1, i Milwaukee Bucks offrono una grande prova di forza, chiudendo la pratica di Gara 2 in soli due quarti. Volti rilassati, soddisfatti e consapevoli nella conferenza post partita.


Ecco le parole dei protagonisti.



Coach Budenholzer


Una delle chiavi della vittoria è stato sicuramente il numero di palle perse dagli Hawks (19 a fine partita) e quindi i punti facili in contropiede.

Siamo stati molto solidi e attivi. Quando sei attivo, aggressivo, concentrato e difendi bene, forzare palle perse è una diretta conseguenza.

Un altro aspetto importante del primo tempo dei Bucks sono state le tante triple segnate.

Sì, abbiamo tirato bene, ma quando difendi bene il pitturato, sei attivo a rimbalzo e trovi punti facili il resto viene da sé, e puoi trovare una run anche senza tirare con percentuali alte.

Grande miglioramento da Gara 1 a Gara 2, e ora il pensiero va a Gara 3.

Potevamo giocare meglio in G1, ma diamo credito ad Atlanta, hanno giocato meglio. Non è vero che ci è mancato effort, ci era mancato qualcos'altro. Oggi abbiamo risposto, abbiamo avuto il giusto mindset e ora dobbiamo tenerlo in trasferta. Guarderemo i filmati e vedremo dove possiamo ancora migliorare, ma dobbiamo mantenere sempre questo mindset e questo livello in difesa.

Jrue Holiday

We did a great job. Rimbalzi, percentuali al tiro, mentalità, fisicità. E' per questo che abbiamo vinto

Sulla marcatura su Trae Young:

In Gara 1 ha segnato tanti floater, così oggi abbiamo cercato di togliergli quella soluzione. Poi ci siamo aiutati, siamo stati attenti alle linee di passaggio e l'abbiamo difeso meglio. E' difficile marcarlo perché devi essere fisico ma allo stesso tempo stare attento a non dargli la possibilità di guadagnare tiri liberi, bisogna trovare il giusto equilibrio.

Sulla differenza tra Gara 1 e Gara 2:

Sentivamo di poter giocare meglio, che c'erano parecchi punti dove avremmo potuto migliorare. Abbiamo individuato i fattori chiave, li abbiamo migliorati e oggi abbiamo vinto.

Sulla scelta di partecipare ai Giochi Olimpici in mezzo ai Playoffs:

Non è un focus ora. Giocare per la mia Nazione è importante, è una grande possibilità per me. Ma ora mi sto concentrando al 100% sui Playoffs

Brook Lopez

La scorsa partita si sono presi quello che volevano. Oggi il nostro obiettivo era toglierli dalla comfort zone, metterli in difficoltà, stare sulle linee di passaggio.
Marcare Trae sui Pick&Roll è difficile, devi fare la lettura giusta, sapendo di avere dietro Capela pronto a prendere il lob. Ma oggi ci siamo aiutati tutti, quando sai che c'è l'aiuto sei più tranquillo. Dobbiamo continuare a togliere Trae dalla comfort zone.

Giannis Antetokounmpo


Sul tema del tempo impiegato per tirare i liberi:

Oggi sono rimasto sempre sugli 8, 9 secondi, sempre borderline. Il coaching staff mi ha detto di velocizzare un po' ma mi sono concentrato solamente sulla mia routine.

Sulla vittoria dei Bucks:

Abbiamo giocato bene. Mi fido dei miei compagni, siamo tutti sulla stessa pagina. Sappiamo cosa dobbiamo fare, come dobbiamo giocare, e pensiamo un possesso alla volta. Ci serve senso di urgenza ma non solo, dobbiamo anche divertirci, goderci il momento, perché arrivare a questo punto non è facile. Ora dobbiamo giocare così anche in trasferta.

Sulla prestazione di Brook Lopez:

E' stato incredibile. Ha giocato molto bene in drop, ha letto bene le situazioni, ha protetto bene il pitturato. Io e lui abbiamo skillset diversi: quando io gioco in drop è più difficile per me, lui è più bravo. Ma per ora il mio game-plan è cambiare, stare attaccato al portatore dopo un blocco, mi trovo meglio. L'importante è marcare Trae per tutto il campo, e togliergli le soluzioni facili. Essere attivi sulle linee di passaggio, aiutarsi, fa una grande differenza. Quando sei attivo e aggressivo, good things happen.

Sulla preparazione per Gara 3:

Guarderemo ancora i filmati. Guarderemo cosa abbiamo migliorato da Gara 1 a Gara 2, e cosa possiamo ancora migliorare. Come abbiamo migliorato tra la scorsa partita e questa, dobbiamo migliorare ancora per le prossime.