• Francesco Capano

Come finirà la stagione dei Thunder? 3 possibili scenari


FOTO: NBA.com

Questo articolo, scritto da Santiago Nunez per The Lead Sports Media e tradotto in italiano da Francesco Capano per Around The Game, è stato pubblicato il 30 marzo 2020.



Dopo che il commissioner Adam Silver ha sospeso la stagione NBA per almeno 30 giorni l’11 marzo, nessuno sa esattamente se e quando si ricomincerà a giocare. Il Covid-19 ha costretto il mondo dello sport a fermarsi, e la NBA ha dovuto fare lo stesso, soprattutto dopo che alcuni giocatori e membri delle franchigie sono risultati positivi.


In mezzo a tante incertezze, sembra che le opzioni che la Lega può esplorare siano prevalentemente tre. La prima, e anche la meno preferibile, è annullare la stagione corrente; la seconda è giocare direttamente i Playoffs, una volta che le condizioni lo permetteranno, con le classifiche attuali; la terza è riprendere la stagione regolare, completando però i Playoffs ad agosto e iniziando la prossima attorno a Natale.

Che si riprenda a giocare o meno, i Thunder devono essere soddisfatti del lavoro svolto quest’anno. Hanno di gran lunga superato le aspettative e hanno un posto ai Playoffs assicurato, se la stagione dovesse riprendere. I coach delle franchigie e tutta l'organizzazione si stanno preparando per un'eventuale ripresa e anche ad OKC non si fanno eccezioni.


Attualmente Oklahoma City occupa il quinto posto ad Ovest, con un record di 40-24, e sono una delle squadre più interessanti e divertenti da vedere giocare. Chris Paul sta giocando una grandissima stagione, Shai Gilgeous-Alexander segna 20 punti a partita e Dennis Schröder è in corsa per il premio di Sesto Uomo dell’Anno. Non male per una squadra che secondo molti era destinata a ricostruire, dopo la scorsa off season.


Proviamo ora a immaginare come saranno i prossimi mesi.


SE FINISSE LA STAGIONE REGOLARE


Ipotizzando che la NBA decida di non cancellare la stagione, ci sono due opzioni percorribili. Come detto, la prima prevede che nei prossimi mesi si completi la Regular Season, in alternativa si potrebbero giocare i Playoffs con le classifiche attuali.


I Thunder, se si riprendesse e finisse la RS, hanno forse il calendario più duro di tutta la Lega, dato che dovrebbero giocare contro Nuggets, Lakers, Jazz ed Heat tra le altre. Ovviamente è probabile che i Thunder perdano alcune tra queste gare e in generale che peggiorino il loro attuale record di vittorie (62.5%), ma, nonostante ciò, il posto ai Playoffs non è a rischio.

E’ invece probabile che i Thunder perdano il quinto posto nella Western Conference, a scapito dei Rockets o dei Mavs. Prima dello stop, OKC aveva perso in modo netto contro Bucks e Clippers; per evitare che le due franchigie texane operino il sorpasso, i Thunder dovranno giocare vicini alla perfezione e vincere tante partite complicate in trasferta.


FOTO: NBA.com

Perdendo una posizione, la squadra di coach Billy Donovan dovrebbe quindi incontrare o i Nuggets, attualmente terzi, o i Clippers, secondi, al primo turno dei Playoffs.


Avendo giocato una sola partita nel corso della stagione contro Denver, non si può immaginare fino in fondo che serie sarebbe, ma Jokic e la difesa di coach Malone metterebbero in grande difficoltà i Thunder. Ciò detto, i Clippers hanno già dimostrato di poter limitare l’attacco di OKC e in una serie Playoffs partono in (netto) vantaggio, sulla carta, contro lo stragrande maggioranza della squadre NBA, essendo una delle tre favorite per il titolo. Un upset è sempre possibile, certo, ma entrambe sarebbero avversarie davvero ostiche per la franchigia di Oklahoma City.



L'ALTERNATIVA: PLAYOFFS SUBITO


Proviamo ad immaginare invece lo scenario più strano dei tre precedentemente detti, quello in cui l'NBA decidesse di passare direttamente ai Playoffs. Se così fosse, i Thunder incrocerebbero gli Utah Jazz al primo turno.


Non siamo più nel 2018. I Jazz sono simili ad allora, ma in più hanno Mike Conley e Bojan Bogdanovic. I Thunder, però, hanno cambiato tutto.


Senza Russell Westbrook il pallone si muove di più e, nonostante non ci siano più Paul George e Andre Robertson, la difesa sembra essere in grado di contenere Utah. Adams e Noel sono degli ottimi lunghi, in grado di limitare la fisicità di Rudy Gobert. Le responsabilità in attacco, poi, sono “spalmate” su più giocatori, cosa molto importante in post-season. CP3, Gallinari, Shai e Schroder hanno dimostrato di poter reggere il peso dell’attacco in Regular Season.


Sarebbe una bella serie, probabilmente una delle più equilibrate possibili.




Ora, dobbiamo solo attendere l’evolversi della situazione e capire quali decisioni prenderà l'NBA.


A prescindere da ciò che succederà, i Thunder hanno molte ragioni per guardare al futuro con speranza, grazie a tutte le scelte al Draft che Sam Presti è riuscito a guadagnare con le trade della scorsa estate. Inoltre, il roster si è dimostrato competitivo fin da questa stagione anche nella Western Conference.


I Thunder sono pronti a dare battaglia.

Oggi e domani.


Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com