• Marco Richiedei

Come si inserirà Obi Toppin nel sistema di Thibs?

Per inserire Obi Toppin nello young core dei Knicks, Tom Thibodeau dovrà aiutarlo a sviluppare alcuni aspetti del suo gioco.



Questo articolo, scritto da Dylan Burd per The Knicks Wall e tradotto in italiano da Marco Richiedei per Around the Game, è stato pubblicato in data 5 dicembre 2020.



Tre settimane fa, i New York Knicks hanno scelto al Draft Obi Toppin, ala da Dayton, con l’ottava scelta del primo round. Il 22enne, fresco della vittoria del John R. Wooden Player of the Year Award, sembra essere uno dei rookie più pronti e promettenti di questa Draft Class.


Toppin ha tenuto una media di 20.0 punti, 7.5 rimbalzi e 2.2 assist a partita durante la stagione 2019/20. Ha anche tirato con il 63.3% dal campo, il 39.0% da tre e il 70.2% dalla linea dei tiri liberi. Il talento offensivo di Toppin è indubbio ed è alimentato da una straordinaria capacità di salto, che tende a mettere in evidenza le sue giocate spettacolari.


Al potenziale offensivo di Toppin si accostano però dei dubbi sulle sue capacità difensive. Toppin ha tenuto una media di 1.0 palle rubate e 1.2 stoppate a partita, ma la sua rapidità laterale non è eccezionale. Anzi. E difendere in NBA è molto più difficile che difendere in NCAA.



Le capacità offensive e l’atletismo verticale di Toppin, combinati a una difesa e un atletismo laterale discutibili, hanno portato molti a chiedersi come si inserirà nel sistema di Tom Thibodeau.


Nelle sette stagioni e mezzo alla guida prima dei Bulls e poi dei Timberwolves, Thibs si è reso noto per la sua attenzione alla fase difensiva, aspetto su cui i Knicks hanno evidenti difficoltà dal 2014, anno in cui Mike Woodson (che ora è nello staff come assistente) ha lasciato la panchina di New York.


Diamo uno sguardo alle statistiche delle squadre allenate da Thibodeau:



Il motivo per cui Thibodeau è noto come allenatore difensivo è chiaro. Nei suoi primi quattro anni come allenatore in NBA, i suoi Bulls sono stati una delle squadre migliori in termini di punti concessi a partita, classificandosi primi per due anni e restando comunque nella top 3 gli altri anni. Inoltre, i Bulls si sono classificati al secondo posto (o più in alto) per Defensive Rating (DRtg) in tre di quelle quattro stagioni.


Anche nella stagione peggiore dal punto difensivo, l’ultima di Thibodeau a Chicago, la sua squadra si è classificata al nono posto per punti concessi a partita e all'11esimo nel DRtg.


È interessante notare come le statistiche difensive di Thibodeau siano invece crollate una volta arrivato in Minnesota. Nelle sue due stagioni e mezzo con i Wolves, la squadra si è rivelata una delle peggiori in ciascuna statistica difensiva.


Non è ancora chiaro se questo sia stato il risultato di una costruzione del roster poco funzionale o del mancato adattamento di Thibodeau allo stile dell'NBA di oggi, basato su tiri da tre e ritmo alto. Tuttavia, ciò non cambia la comprovata efficienza difensiva di Thibs.


Per Toppin può essere rassicurante avere un allenatore di questo tipo. La speranza è che possa imparare molto da Thibodeau e che sia in grado di migliorare rapidamente.


Una statistica importante per le squadre allenate da Thibodeau è il pace. In tutte le sette stagioni in cui è stato head coach in NBA, le sue squadre si sono classificate tra gli ultimi otto posti in classifica per numero di possessi su 48 minuti. Questo sarà in un certo senso familiare a Toppin: nel 2019/20, Dayton si è classificata al 220esimo posto per ritmo di gioco nelle statistiche del basket universitario.


Il ritmo più lento probabilmente aiuterà Toppin, non solo perché ci è abituato, ma anche per le sue caratteristiche offensive. Toppin è un passatore sottovalutato, il che sarà una piacevole sorpresa per i tifosi dei Knicks che non l'hanno ancora visto giocare.



Sarà interessante vedere quali saranno le situazioni di gioco pensate per lui. Sicuramente potrà eccellere nell’uno contro uno e beneficiare di un attacco più lento. La situazione di Toppin è per certi versi simile a quella di Carlos Boozer all'epoca dei Bulls. Seppur diversi (Boozer non era un buon tiratore, Toppin sì; inoltre, Toppin è più atletico di quanto non lo fosse Boozer, e i loro gioco in area è diverso), entrambi sono noti come giocatori più determinanti nelle metà campo offensiva che in quella difensiva.


Eppure, a Chicago, Boozer ha avuto delle ottime stagioni dal punto di vista difensivo sotto la guida di Thibodeau:



Certo, Boozer giocava con Joakim Noah, anima difensiva della squadra, giocatore di grande esperienza e leadership; mentre Toppin avrà accanto a sé Mitchell Robinson, che è giovane ma è un buon difensore.


Se i Knicks riusciranno a circondare Toppin con i giocatori giusti nelle prossime stagioni, le sue lacune difensive non saranno un grosso problema nel sistema di Thibodeau. Per di più, è da scoprire quanto Toppin possa migliorare la propria fase difensiva: ha 22 anni, e ha debuttato a Dayton a soli 21 anni.


Se Thibs riuscirà a migliorare le capacità difensive del rookie, allora Obi Toppin avrà una possibilità di diventare un grande giocatore NBA. Quello che i Knicks stanno aspettando.





Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale.

 

Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com

Fondatore e Direttore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da SaidiSEO.com