• Alessandro Di Marzo

Come si preparano dei Playoffs... ipotetici?


FOTO: Sportskeeda

Questo articolo, scritto da Ian Harrison per Sportskeeda e tradotto in italiano da Alessandro Di Marzo per Around the Game, è stato pubblicato in data 20 maggio 2020.



Con l’NBA sospesa fino a data da definirsi, sono state molte le discussioni riguardo ai vari scenari che si potrebbero concretizzare nella post-season 2020, senza dimenticarsi di come gli allenatori stiano vivendo la situazione. In questo periodo, anche loro stanno pensando ai modi in cui la stagione potrebbe riprendere sulla scia della pandemia di Covid-19.


Uno dei primi ad esprimersi è stato Nick Nurse. Il tecnico dei Raptors in una chiamata con alcuni giornalisti ha spiegato che sta preparando i suoi ragazzi per difendere il titolo:

“Siamo pronti per giocare contro chiunque durante il nostro percorso. Non mi importa tanto chi affronteremo, quanto l’impegno che metteremo nel vincere ancora, a prescindere dal format che verrà adottato dalla Lega e dagli avversari che ci capiteranno”.

Nessuno sa cosa riserverà il futuro riguardo all’NBA e al resto del mondo dello sport. Un fattore determinante sarà di certo il calendario: i centri sanitari per la prevenzione e il controllo hanno fornito direttive che si sono scagliate contro i grandi assembramenti, perciò sarà interessante comprendere le tempistiche per la ripresa. Le idee sono molte e vanno da una ripresa della Regular Season (ovviamente senza spettatori e tendenzialmente in una o due località, con Disney World di Orlando e Las Vegas favorite) alla possibilità, più che concreta, di passare direttamente ai Playoffs, assicurandosi così di terminare la stagione 2019/20 prima della fine dell’estate.


Il coach dei Bucks, Mike Budenholzer, ha affermato di aver passato parte di questi mesi di stop studiando principalmente gli Orlando Magic e i Brooklyn Nets, due squadre che Milwaukee ha buone possibilità di affrontare al primo turno.


Nurse, invece, ha spiegato di aver iniziato a pensare alla post-season già da prima della sospensione dell’NBA:

“Verso inizio marzo abbiamo iniziato a stilare un piano per i Playoffs, a partire da alcune ore di dettagliate sessioni video organizzate dai membri dello staff. Di norma li guardo nel mio ufficio: durano circa 2 ore, e per guardarli attentamente ne trascorro più o meno 3; i video riguardano spesso squadre dell’Est, ma non sempre. Lo staff ha iniziato a svolgere questo lavoro già da un po’, e continueremo su questa strada. L’unica differenza rispetto alle altre stagioni è che non c’è un contatto diretto tra me, staff e giocatori”.

Se l’NBA riprenderà direttamente con i Playoffs, Nurse e i suoi Raptors si troverebbero secondi in classifica ad Est, e gli avversari da affrontare sarebbero i Brooklyn Nets. Gli altri accoppiamenti vedrebbero poi scontrarsi Bucks e Magic, Celtics e Sixers e, infine, Heat e Pacers. A Ovest, invece, le prime serie sarebbero tra Lakers e Grizzlies, Clippers e Mavericks, Nuggets e Rockets, Jazz e Thunder. Ovviamente, c’è da considerare che non si tratta di niente di definitivo, ma solo di abbozzi ipotetici.


Tra le fila dei Celtics, ha parlato di questa situazione il centro turco Enes Kanter, che ha sottolineato l'importanza di lasciare agli atleti il tempo necessario per permettere loro di tornare in forma, dopo la prolungata lontananza dal campo; un periodo di training camp, dunque, è assolutamente necessario.


FOTO: Sea of Blue
“Non puoi semplicemente dire: «Ok, tra una settimana si gioca». Alcuni di noi sono più in condizione, altri sono in casa e non si stanno allenando. Se si vuole davvero passare subito ai Playoffs, va bene. Ma dobbiamo assicurarci che ognuno di noi sia preparato al meglio e si trovi nella giusta forma per competere”.

Per il turco, inoltre, un training camp potrebbe anche rivelarsi utile per far riprendere la giusta concentrazione ai giocatori.


In questo periodo, infatti, Kanter ha dichiarato di allenarsi per restare il più possibile in forma, ma ha anche trascorso diverso tempo leggendo, guardando documentari, imparando a cucinare e suonando il pianoforte. Non proprio una routine da giocatore NBA.


Sono ormai passati una settantina di giorni dalla sospensione della Lega, un periodo di tempo che avrebbe racchiuso in sé più di 100 partite. La situazione, per ora, rimane ancora incerta, visto che il commissioner NBA Adam Silver ancora non ha comunicato decisioni ufficiali sul da farsi.


Nelle prossime due settimane molto probabilmente scopriremo il destino della stagione 2019/20, con la possiblità concreta che si troveranno dei modi per accorciare più possibile il calendario. Kanter, però, spera comunque che le serie di Playoffs non si riducano a un numero minore di partite.

“Siamo competitivi, tutti noi vogliamo riprendere a giocare e terminare la stagione. Oltretutto, noi di Boston abbiamo delle buone possibilità di competere per il titolo, un altro dei motivi che ci spinge a voler scendere in campo e dare il massimo”.


Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com