• Luca Losa

È possibile una trade Simmons-Beal?


FOTO: NBA.com

Questo articolo, scritto da Michael Moody per Philadelphia Sports Nation e tradotto in italiano da Luca Losa per Around the Game, è stato pubblicato in data 11 gennaio 2021.




Siamo ancora agli inizi della stagione, ma alcune cose sono ormai chiare. Una di queste è che Bradley Beal a Washington è ancora, letteralmente, senza aiuto. I Wizards sono partiti con 8 sconfitte in 10 partite, mentre Beal guida la Lega con 35 punti a partita.


La difficile partenza dei ragazzi di Scott Brooks porta con sé inevitabilmente una domanda: sarà la stella della squadra (finalmente) resa disponibile per una trade in questa stagione? Il suo nome circola da anni, ormai, nei trade rumors. Dopotutto, é dalla stagione 2017/18 (eliminati al primo turno) che i Wizards non raggiungono la post-season.


Beal non ha mai lasciato intendere pubblicamente di voler lasciare la capitale; ma con la squadra che per un’altra volta lascia poche speranze per il prosieguo della stagione, le cose potrebbero cambiare radicalmente in breve tempo.

Per quanto riguarda i Sixers, siamo stati inondati di rumors su una possibile trade Harden-Simmons dal secondo in cui Daryl Morey è diventato President of Basketball Operations di Philadelphia. Uno dei fattori che ha sicuramente frenato i discorsi è stata la differenza di età tra i due giocatori. Ben Simmons ha 24 anni, mentre il Barba ne conta 31.


Una trade per Beal eluderebbe da questi discorsi prettamente anagrafici. La point guard dei Wizards ha soli 27 anni, il che pone il suo prime esattamente in linea con quello di Joel Embiid.


Kevin O’Connor di The Ringer ha recentemente riportato che le franchigie in giro per la Lega in cerca di un grande nome stanno iniziando a spostare le loro attenzioni proprio sul profilo ex Florida Gators. Nel suo articolo, O’Connor fa notare che i Philadelphia 76ers rappresentano “una minaccia di acquisire chiunque vogliano, se Daryl Morey è disposto a mettere sul piatto Ben Simmons”.


Si tratta di una questione che incomberà sui Sixers fino alla trade deadline. Simmons potrebbe essere il giocatore più attraente in NBA che si possa ottenere in un trade package, per qualsivoglia stella. Il che, inevitabilmente, dà a Morey una leva importante.

I Wizards vorranno probabilmente far tutto per trattenere la loro stella, anche se non dovessero riuscire a sistemare la situazione. Il loro GM, Tommy Sheppard, ha ripetuto più e più volte che Bradley non è diretto da nessuna parte. Tuttavia, è difficile credere a qualsiasi cosa un GM dica in NBA. Sheppard si espresse in modi simili giusto qualche giorno prima che John Wall venisse spedito a Houston.


Beal è un giocatore speciale, uno che è veramente difficile lasciare andare per qualsiasi franchigia. Al tempo stesso, principalmente per il contesto in cui gioca, c’è da sempre la sensazione che una trade per Bradley Beal sia dietro l'angolo. Non è una questione di se, ma di quando.


Può essere questa la stagione in cui il ragazzo forzerà la sua uscita dalla squadra che lo draftò nel 2012? Dovesse essere il caso, i Sixers potrebbero essere in prima linea. Ben Simmons è certamente un talento straordinario, ma, arrivando al dunque, avere Bradley Beal in questa squadra, insieme a Embiid, fino al 2023 è un’opportunità molto interessante per Philadelphia.


Daryl Morey è uno dei dirigenti più intelligenti della Lega e penso proprio che in questo momento stia monitorando attentamente la situazione attorno a Beal quanto quella attorno a James Harden.

Se Beal manifestasse la volontà di andarsene dalla capitale, Phila avrebbe da offrire il miglior pacchetto possibile in cambio, includendo Ben Simmons nell'affare.




Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale.

 

Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com

Fondatore e Direttore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da SaidiSEO.com