• Claudio Biolchini

I Nuggets hanno delle chance contro i Clippers?

Scontro tra due squadre che non hanno mostrato il meglio di sé: la preview della serie tra Denver Nuggets e Los Angeles Clippers.


FOTO: INSIDER.com

Dopo un finale thriller in Gara 7, i Denver Nuggets sono riusciti ad accedere alle Semifinali di Conference, dove affronteranno i Los Angeles Clippers.


La franchigia del Colorado è stata brava e fortunata ad eliminare gli Utah Jazz in rimonta nel primo turno, dopo essere stata sotto 3-1 nella serie: è la 12esima squadra nella storia degli NBA Playoffs a riuscirci.


La tenuta mentale del team di Mike Malone continua ad essere piuttosto ondivaga, con una Gara 3 persa di 36 punti, nonché la sopracitata Gara 7 vinta con troppi patemi, dopo essere stati avanti anche di 20 lunghezze.


Insomma, quando i Nuggets mollano, la sensazione è che crollino spesso con facilità. Difensivamente sono stati tra i peggiori nei Playoffs, con 120.3 punti concessi ogni 100 possessi, e soprattutto Nikola Jokic è indispensabile in attacco quanto insostenibile in difesa nelle situazioni di Pick&Roll. Contro Kawhi Leonard e Paul George, scorer completi, sarà durissima continuare a "droppare". Inoltre, la presenza del serbo unita a Michael Porter Jr è difensivamente ai limiti dell'improponibile per questo livello.


Jamal Murray è stato l'eroe della serie coi Jazz, nonostante un'ultima partita opaca - probabilmente rallentato da un piccolo infortunio al quadricipite. Ora troverà dei grandissimi difensori sulla palla a limitarlo, a cominciare da Patrick Beverley, che dovrebbe tornare. A Jokic l'onere di guidare l'attacco e realizzare maggiormente.


Il rientro di Monte Morris è stato positivo, è un two-way player che può dare respiro ai due big, ma serve anche lo step-up di qualcun altro per avere delle chance. Gary Harris si è rivisto nelle ultime due uscite, ma ha tirato 2/13 dal campo ed è sembrato ancora molto lontano dalla miglior condizione fisica.


I Clippers hanno vinto senza dominare la serie contro i Mavs di Luka Doncic. Ora affronteranno un'altra squadra che come talento offensivo è tra le migliori del circus, e che rispetto a Dallas ha a disposizione entrambe le sue superstar.


Doc Rivers ha avuto tempo prezioso per ricompattare i ranghi e riposare. Le energie fisiche penderanno decisamente dalla parte dei californiani, che sono riusciti a evitare Gara 7 nel primo turno. Una serie in cui Kawhi Leonard è stato assolutamente irreale: 32.8 punti a partita, con 10.2 rimbalzi, 5.2 assist, 2.3 palle rubate e il 54% al tiro. E i numeri non rendono del tutto l'idea del suo dominio: l'impressione è che abbia ancora marce da scalare, con il suo basket che comporta un dispendio energetico limitato.



Che Paul George troveremo, invece? PG non ha nascosto di aver attraversato un brutto periodo nella bolla dal punto di vista della salute mentale, ma ha trovato l'appoggio e l'empatia degli altri giocatori. Difficile capire se abbia davvero messo tutto alle spalle dopo i 35 punti di Gara 5, ma ora i Clippers hanno assolutamente bisogno di lui, anche perché Lou Williams e Montrezl Harrell sono i lontani parenti di quel magnifico duo che dava sistematicamente una sterzata alle partite dalla panchina.


A corrente alternata anche Marcus Morris, ottimo terzo violino offensivo ma criticato aspramente per la sua difesa - spesso ben oltre il limite della regolarità - su Luka Doncic. Doc Rivers lo ha difeso: è la cartina di tornasole di quanto sia storica l'occasione che hanno i Clippers per vincere l'anello. Il titolo sopra ogni cosa.


Previsione: Clippers in 5/6 gare.





Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale.

 

Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com

Fondatore e Direttore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da SaidiSEO.com