• Francesco Capano

Kyle Lowry viene ancora sottovalutato



Questo articolo, scritto da Sasha Podzorov per The Lead Sports Media e tradotto in italiano da Francesco Capano per Around the Game, è stato pubblicato il 3 agosto 2020.



Ancora troppo spesso non si riconoscono i dovuti meriti a Kyle Lowry.


La cosa può anche essere comprensibile per chi non segue assiduamente le partite dei Toronto Raptors. E’ stato più facile, in passato, dare meriti e responsabilità dei successi (e dei fallimenti) a Kawhi Leonard e a DeMar DeRozan, piuttosto che alla point guard ora 34enne.


Sabato scorso Lowry ha segnato 33 punti, tirato con il 50% dal campo e catturato 14 rimbalzi nella partita dei Raptors contro i Lakers. Dopo la partita, George Wrighster III (NFL) ha twittato sarcasticamente:



La considerazione era decisamente lecita, dopo una serata in cui Lowry ha segnato e catturato rimbalzi quasi quanto il duo James-Davis (insieme, 34+16), trascinando i Raptors a una grande vittoria per 107-92 contro i Lakers, la terza in altrettante occasioni in questa stagione.


Lowry è stato 6 volte consecutive All-Star, è stato nominato nel terzo quintetto All-NBA nel 2016, è campione NBA in carica ed è la bandiera e il leader dei Toronto Raptors, pronti a dare del filo da torcere a chiunque in questi Playoffs. Cosa deve dimostrare, ancora?


I Raptors hanno tanti tifosi in tutto il mondo - e sì, Kyle è il giocatore preferito di molti di loro, se ci fosse bisogno di specificarlo.

Sicuramente la point guard nativa di Philadelphia non dà credito a certi discorsi. La sua risposta è sempre stata il duro lavoro, che nella bolla di Orlando avrà ancora più importanza ai fini del risultato della stagione.


Come sappiamo, l'NBA in questo delicato momento ha preso una posizione quantomai netta riguardo il movimento Black Lives Matter, e Lowry e i Raptors non sono stati da meno.


“E’ davvero importante per me scendere in campo a giocare mandando messaggi per un mondo migliore” - ha detto Lowry, che ha deciso di porre la scritta "Education Reform" dietro la divisa.


“Black Lives Matter è un movimento che deve spingere a parlare di problemi come il razzismo, a una riforma dell'istruzione e a fare giustizia per Breonna Taylor. Questo mi spinge ad andare in campo e fare il mio dovere al meglio”.



“Penso che la leadership di Kyle sia davvero importante per noi, perché spinge i compagni a giocare più concentrati e ad essere più duri in campo” - ha detto Nick Nurse, head coach della squadra, che poi ha scherzato riguardo al numero di sfondamenti (2 nella sfida con i Lakers) che riesce a prendere il numero 7.


La difesa di Kyle Lowry è un aspetto molto sottovalutato del suo gioco, e la capacità di prendere sfondamenti è indubbiamente uno dei suoi punti di forza:



Con l’inizio dei Playoffs, gli occhi saranno ancora più puntati su Lowry e sui Raptors, che difenderanno il titolo NBA conquistato nel 2019.


E se ci sarà ancora chi dubiterà di lui, ci sarà sempre il campo per smentirli. E il campo non mente mai.



Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale.

 

Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com

Fondatore e Direttore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da SaidiSEO.com