• Luca Losa

L’infortunio di Embiid e i tempi di recupero


FOTO: NBA.com

Questo contenuto, prodotto da Rajpal Brar per 3CB Performance e tradotto in italiano da Luca Losa per Around the Game, è stato pubblicato in data 2 giugno 2021.



I Philadelphia 76ers hanno rilasciato un aggiornamento sullo stato di salute del loro centro Joel Embiid, la cui diagnosi parla di lesione laterale (esterna) del menisco del ginocchio destro; nonostante sia stato fuori in Game 5 contro i Wizards, il suo ritorno potrebbe avvenire “da un giorno all’altro”. Shams Charania ha poco dopo aggiunto che si tratta di una piccola lacerazione.



La buona notizia, in questo caso, è che il tipo, la posizione e la severità della lesione probabilmente non sono tali da causare limitazioni funzionali - per esempio, alcune lesioni possono causare il blocco dell’articolazione. Fortunatamente, dunque, non pare necessario un intervento chirurgico, che avrebbe tempi di recupero che variano dalle quattro alle sei settimane in caso di lesione parziale (meniscectomia), e vanno oltre i tre mesi in caso di riparazione del menisco laterale.



La parte più preoccupante, invece, risiede nel fatto che anche lievi lacerazioni al menisco possono essere altamente irritabili e sensibili, se sollecitate. Joel potrebbe sentirsi bene nei prossimi giorni, ma poi, in seguito a un particolare movimento in campo, l’infiammazione potrebbe riacutizzarsi, con gonfiore della zona interessata. Il menisco laterale si fa carico di maggiore stress rispetto agli altri menischi, per via della biomeccanica del ginocchio.


Lo status di “day to day” - per cui il ritorno può avvenire, per l’appunto, da un giorno all’altro - significa che lo staff medico/fisioterapico della squadra valuterà, tratterà, testerà e poi di nuovo rivaluterà il giocatore su base quotidiana. L’obiettivo è quello di ridurre il dolore e il gonfiore mantenendo range di movimento, forza, meccanica e funzionalità. E così, è possibile che non sapremo la reale severità dell’infortunio fino alla fine dei Playoffs dei Sixers.


Diversi giocatori che hanno giocato sopra una lacerazione del menisco hanno poi dovuto affrontare l’operazione a fine stagione. Solo il tempo ci dirà se sarà questo il caso anche per Joel Embiid.