• Davide Corna

La prossima mossa dei Sixers?

I Sixers devono sfruttare il momento migliore della carriera di Joel Embiid. E fare quello che serve per puntare al titolo.


FOTO: NBA.com

Questo articolo, scritto da Evan Carroll per Philadelphia Sports Nation e tradotto in italiano da Davide Corna per Around the Game, è stato pubblicato in data 19 gennaio 2021.



Con i diversi nuovi arrivi in questa offseason, come Seth Curry e Danny Green, è chiaro che quest'anno il roster dei Sixers sia strutturato meglio rispetto alle scorse stagioni. I servizi di Curry e Green sono stati ben accolti dai tifosi, dopo diversi anni in cui il tiro da tre punti non è stato fra i punti forti della squadra.


Dopo aver fallito nel tentativo di chiudere la trade per James Harden (in cambio, sarebbero andati a Houston: Ben Simmons, Tyrese Maxey e diverse scelte al Draft), però, ai Sixers sembra mancare ancora qualcosa. E la domanda a questo punto è: cosa farà Daryl Morey per migliorare la squadra, e quanto importanti saranno le sue mosse nei prossimi mesi?


Prima dell'inizio della stagione Morey ha dichiarato che avrebbe voluto vedere cosa potevano dargli le sue due star, Joel Embiid e Ben Simmons, prima di prendere decisioni drastiche.


Embiid, quando è stato disponibile, ha giocato da MVP finora, e quello recente è chiaramente il momento migliore della sua carriera.



D'altro canto, invece, Simmons sembra essere rimasto sempre lo stesso da quando è entrato nella Lega. E quindi, cosa dobbiamo aspettarci dai Sixers?


La risposta più "popolare" contemplerebbe una possibile trade per Bradley Beal, guardia 27enne dei Washington Wizards. Terza scelta al Draft del 2012, di recente Beal ha segnato 60 punti proprio contro i Sixers e sta tenendo una media di 35 punti a partita in questa Regular Season. Anche lui è palesemente nel momento migliore della sua carriera e formerebbe un'ottima coppia con Embiid.


Il problema, però, è ciò che i Wizards chiedono in cambio. La richiesta di Washington potrebbe essere simile al pacchetto ricevuto dai Rockets per Harden, se consideriamo l'età di Beal e il fatto che Washington non è costretta a liberarsi di lui per il momento (come invece lo era Houston). Allo stato attuale non ci sono indiscrezioni, infatti, su una possibile forzatura del front office da parte di Beal; ma se si presentasse l'occasione, Morey e i Sixers sarebbero disposti a offrire quello che serve per convincere Washington?


FOTO: NBA.com

I Sixers, dopo le ultime stagioni, non sembrano pienamente convinti dell'idea che Embiid e Simmons rappresentino la coppia ideale per puntare al titolo. Lo conferma il fatto che Simmons sarebbe stato più volte aggiornato nelle ultime settimane su un suo possibile coinvolgimento nella trade-Harden.


Sfruttare al massimo il prime di Joel Embiid dovrebbe essere la priorità numero uno dei Sixers in questa stagione e nella prossima offseason. Daryl Morey e Elton Brand questo lo sanno bene.


E potrebbero essere consapevoli anche del fatto che, al momento, non sembano esserci occasioni migliori di Bradley Beal.