• Davide Corna

Le 5 migliori medie punti stagionali dal 2000 a oggi


Foto: NBA.com

Questo articolo, scritto da Karan Vinod per Sportskeeda e tradotto in italiano da Davide Corna per Around the Game, è stato pubblicato in data 1 aprile 2020.



Con l’evoluzione dell’NBA, segnare punti è diventato probabilmente più semplice che in passato, visto che gli arbitri sono più indulgenti, i giochi disegnati dai coach puntano sempre più a far segnare le star della squadra e le difese sono sempre più sovrastate dall'ampiezza dei range dei tiratori e dall'uno-contro-uno dei migliori giocatori in isolamento.


Attaccanti come James Harden, Kevin Durant, LeBron James e compagnia hanno sovvertito le regole e le abitudini del Gioco. Le squadre sono costruite attorno a giocatori di questo tipo e i loro attacchi passano sempre dalle stelle in campo. Inoltre, ora il gioco è largamente basato sul tiro da tre punti, e i giocatori hanno adeguato le loro abilità a questa situazione.


Giocatori come Wilt Chamberlain o Michael Jordan, in altre epoche, hanno fatto registrare più stagioni con una media superiore ai 30 punti, segnando il punto di arrivo per le generazioni future. Detto ciò, vediamo cinque giocatori con la migliore media punti in una stagione dal 2000 ad oggi.


5. Tracy McGrady: 32.1 PTS (2002/03)


Tracy McGrady, uno dei più grandi realizzatori di tutti i tempi, era assolutamente inarrestabile nel 2002/03. Alla guida degli Orlando Magic, McGrady fece registrare una media di 32.1 punti, 6.5 rimbalzi e 5.5 assist, tirando inoltre con il 39% da oltre l’arco. Giocò più di 39 minuti partita, con un carico di lavoro non indifferente.


Il suo gioco era molto vario, rendendolo una seria minaccia da ogni posizione. McGrady fu il miglior realizzatore di quella stagione, e ricevette ovviamente la chiamata per l’All-Star Game.


Tuttavia, Orlando chiuse la stagione in malomodo dopo una pesante sconfitta con i Detroit Pistons al primo round dei Playoffs, a cui erano arrivati con un record di 42-40, in quella che fu l’ultima apparizione dei Magic in post-season fino al 2007.


4. Allen Iverson: 33.0 PTS (2005/06)


Allen Iverson è uno dei migliori giocatori a non aver mai vinto un titolo NBA, ed era uno spettacolo vederlo giocare. Le sue abilità sul campo da gioco e il suo atteggiamento gli hanno fatto guadagnare molti tifosi.

Foto: NBA.com

Durante la stagione 2005/06, Iverson ebbe una media di 33 punti a partita, con 7.4 assist, 3.2 rimbalzi e una percentuale dal campo vicina al 45%.


In una delle sue migliori partite a livello personale, Iverson chiuse con 53 punti, 5 rimbalzi e 5 assist, in una sconfitta contro gli Atlanta Hawks.


La usa ottima stagione gli garantì una chiamata all’All Star Game, ma i Philadelphia 76ers non riuscirono a qualificarsi ai Playoffs, fermandosi al nono posto con un record di 38-44. Si trattò dell’ultima stagione intera di Iverson con i Sixers.



3. James Harden: 34.4 PTS (2019/20, in corso)


James Harden è senz’altro uno dei migliori realizzatori dell’era moderna. La guardia degli Houston Rockets stava viaggiando quest'anno, prima della sospensione, a 34.3 punti, 6.4 rimbalzi e 7.4 assist a partita, con il 35.2% da tre e il 43.5% dal campo.


Durante gli ultimi anni, i Rockets sono sempre riusciti ad arrivare al primo turno dei Playoffs con il vantaggio del fattore campo, soprattutto grazie al Barba. Il nuovo sistema Iso-ball di Mike D’Antoni gli ha consentito sia di gestire il pallone che di prendersi molti tiri. Inoltre, va anche detto che recentemente la sua difesa (a partire dalla sua applicazione) è migliorata e non poco.



2. Kobe Bryant: 35.4 PTS (2005/06)


Kobe Bryant è largamente considerato la seconda miglior guardia di tutti i tempi, e nel 2005/06 era davvero un uomo in missione. Chiuse la stagione con 35.4 punti, 5.3 rimbalzi e 4.5 assist, con il 35% dall’arco e il 45% dal campo.


Kobe giocò l’impressionante media di 41 minuti a partita e ha spesso portato tutto il peso dei Lakers sulle proprie spalle, in quella stagione. Coach Phil Jackosn fu riassunto dopo un anno di assenza e i giallo-viola arrivarono al primo round dei Playoffs, dopo il settimo posto in Regular Season con 45 vittorie.


FOTO: NBA.com

Difficile, anzi impossibile da dimenticare la partita contro i Toronto Raptors, una delle più epiche di sempre, in cui Kobe mise a referto 81 punti.



1. James Harden: 36.1 PTS (2018/19)


Dopo aver iniziato la stagione da MVP in carica, Harden ha alzato ancora di più il livello del suo gioco, arrivando a 36.1 punti, 7.5 assist e 6.6 rimbalzi di media a partita, con il 37% dal perimetro.


La sua bravura nell’uno-contro-uno e nell’ottenere tiri liberi non hanno paragoni, e questi sono alcuni dei motivi per cui ha segnato così tanto, oltre al fatto di essere completamente al centro del sistema di D’Antoni.


Tuttavia, i Rockets hanno terminato la stagione con una sconfitta in sei gare nelle semifinali della Western Conference contro i Warriors, dopo un record di 53-29 in Regular Season.



Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale.

 

Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com

Fondatore e Direttore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da SaidiSEO.com