• Marco Marchese

L'infortunio di James Wiseman: possibili scenari e tempi di recupero

Dr. Rajpal Brar spiega l'infortunio al ginocchio del rookie di Golden State, i possibili scenari e relative tempistiche di recupero.


Questo contenuto, prodotto da Rajpal Brar per 3CB Performance e tradotto in italiano da Marco Marchese per Around the Game, è stato pubblicato in data 12 aprile 2021.



A seguito di una goffa caduta nel tentativo di portare a termine una schiacciata (durante Golden State Warriors-Houston Rockets dello scorso 11 aprile), il rookie James Wiseman ha riportato una rottura del menisco del ginocchio destro, e verrà sottoposto ad ulteriori esami specifici e più approfonditi.


In prima istanza bisogna stabilire se sia necessario intervenire chirurgicamente o meno: alcuni infortuni al menisco di gravità minore possono recuperare col tempo e senza interventi esterni.


Analizzando meglio la struttura del menisco, è facile predire la scelta dello staff medico di Golden State: se l’infortunio è avvenuto in zona periferica o esterna del menisco, il recupero avverrebbe più facilmente (e soprattutto senza dover intervenire chirurgicamente), perché in quella zona c’è ampio afflusso sanguigno che favorisce cura e crescita dei tessuti; nel caso in cui sia avvenuto internamente, invece, sarebbe necessario un intervento di meniscectomia o rimozione dei tessuti (parziale, nel caso in cui la lesione interessi solo una piccola porzione di tessuto, totale se invece è tutto il disco cartilagineo ad essere coinvolto).



I tempi di recupero sono dettati dalla tipologia dell'infortunio:


  • Nel caso si tratti di una lieve rottura periferica, Wiseman probabilmente tornerà in campo in questa stagione;

  • Se dovesse essere obbligatorio ricorrere alla meniscectomia parziale, i tempi di recupero vanno dalle 4 alle 6 settimane;

  • Una rimozione e ricostruzione totale del menisco, invece, necessita di almeno 3 mesi di stop;

  • Infine, se dovesse trattarsi di un problema al menisco laterale, la tempistiche del recupero sarebbero un'incognita, perché questa parte del menisco è sottoposta a un ampio carico di stress e torsioni, con il rischio di allungare i tempi di recupero (sia che si tratti di rottura parziale che di una totale).


In ogni caso, affinchè James Wiseman non abbia problemi di recidività nei prossimi anni, sarà necessario sottoporlo a fisioterapia e lavorare in palestra per il rafforzamento muscolare e dell’articolazione del ginocchio.


Le condizioni del ginocchio del rookie saranno rivalutate tra qualche settimana.