• Alessandro Di Marzo

I record più incredibili di Wilt Chamberlain


© The Lead Sports Media

Wilt Chamberlain ha il primato di ben 72 record NBA. Non c'è alcun dubbio sul fatto che, statisticamente parlando, siamo davanti al migliore della storia: alcune sue stats sono insuperabili, e a volte sembrano addirittura sminuire i numeri di ogni altro giocatore. Tutti questi suoi primati lo inseriscono indubbiamente tra i migliori giocatori di sempre.

Eccone alcuni tra i più strabilianti.

Punti in una singola partita

Il 2 marzo 1962, Wilt stabilì il suo record più celebre, grazie a una delle più grandi singole prestazioni nella storia dello sport. Con 36 tiri segnati e 28 tiri liberi a segno, Chamberlain arrivò a segnare ben 100 punti. Oggi, con una Lega notevolmente differente da quella del tempo, battere questo record appare come un’impresa impossibile.

Media punti in una stagione

Chamberlain è anche l’autore di una delle annate più incredibili di sempre. Nella stagione 1961/62, infatti, segnò 50.4 punti a partita: una cifra sbalorditiva, che equivale a 13.3 punti in più rispetto al secondo miglior risultato (37.1 punti, risalenti alla stagione 1986/87 di Michael Jordan).

Stoppate

All’epoca di Chamberlain, l’NBA non conteggiava ancora le stoppate. Tuttavia, alcuni hanno analizzato 112 delle sue 1.305 partite NBA, calcolando una media di 8.8 stoppate a partita.

Il più alto numero di stoppate a partita registrato ufficialmente è di 5.56, record appartenente a Mark Eaton. Supponendo che abbia mantenuto una media di 4 stoppate a partita durante tutta la carriera, comunque, avrebbe collezionato ben 5.220 stoppate nell’arco dei suoi 13 anni NBA (il giocatore con più stoppate, ufficialmente, è Hakeem Olajuwon: 3.830).

Assist

Nella stagione 1967/68, oltre a viaggiare a 24.3 punti e 23.8 rimbalzi di media, Chamberlain distribuì anche 8.6 assist a partita, miglior dato dell'NBA. Wilt, ovviamente, è l’unico centro ad aver guidato almeno una volta questa classifica. Oltre a ciò, è anche il centro con la più alta media di assist in carriera (4.4 a partita).

Media minuti in una stagione

Al terzo anno nella Lega, Wilt ha giocato 5 partite che si sono concluse all’overtime, una dopo due e una addirittura dopo tre supplementari. Non avendo saltato nemmeno un minuto nel resto della stagione (sì, proprio così...), riuscì in questo modo a giocare ben 48.5 minuti in media, più della durata di una singola partita. Ovviamente, un record che non può essere avvicinato.

Punti totali in una stagione

Sempre al suo terzo anno, Chamberlain segnò la bellezza di 4.029 punti, numero tuttora imbattuto. Gli unici giocatori ad aver segnato almeno 3.000 punti in un singolo anno sono soltanto lui (per tre volte) e Michael Jordan nella già citata annata.

Rimbalzi

Se per le stoppate totali non abbiamo certezze ufficiali, possiamo invece affermare che Wilt è il leader NBA all time di rimbalzi totali e a partita: 23.924, grazie ad una media di 22.9. Considerando che oggi i centri non sono più i rimbalzasti dominanti di un tempo, è piuttosto scontato che anche questo record non verrà mai battuto.

Oltre a ciò, Chamberlain detiene anche il record di rimbalzi presi in una singola gara, oltretutto contro lo storico rivale Bill Russell: ben 55, il 24 novembre 1960.

"Doppia tripla-doppia"

Il 2 febbraio 1968, contro Detroit, Chamberlain guidò Philadelphia alla vittoria concludendo con 22 punti, 25 rimbalzi e 21 assist, registrando la prima "doppia tripla-doppia" nella storia della Lega e dimostrando a tutti il suo purissimo e versatile talento.

Non è però l’unico a vantare questa statistica nella storia della Lega. Il 2 aprile 2019, infatti, Westbrook ha fatto registrare 20 punti, 21 rimbalzi e 20 assist nella vittoria contro i Lakers.

© The Lead Sports Media

Questo articolo, scritto da Emanuel Godina per The Lead Sports Media e tradotto in italiano da Alessandro Di Marzo per Around the Game, è stato pubblicato in data 3 febbraio 2019.

#wiltchamberlain #record

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale.

 

Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com

Fondatore e Direttore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da SaidiSEO.com