• Marco Marchese

Top 10 Bulls - 8. Jimmy Butler


FOTO: NBA.com

Questa TOP 10 è stata stilata da Chicago Bulls Confidential e tradotta in italiano da Alberto Pucci e Marco Marchese per Around the Game.



L'elefante nella stanza dei cristalli. Innanzitutto, m’infastidisce che Jimmy Butler non giochi con la maglia dei Bulls. Le ragioni che hanno portato alla sua trade sono chiare quanto lo sarebbero, prima o dopo, per un suo ritorno - e non sono il solo ad aspettarlo. Non è bello vedere una superstar come Butler vincere altrove.


Il motivo per cui l’ho inserito in questa lista, nonostante la sua permanenza non sia stata troppo longeva, è che Jimmy a Chicago si è creato la sua strada per diventare uno dei migliori giocatori della lega.


Butler si è ritrovato a Chicago durante uno dei periodi più frustranti della storia della franchigia, ovvero quando diveniva chiaro che Derrick Rose non sarebbe tornato ai livelli da MVP, segnando la fine di un nucleo che non avrebbe mai potuto esprimere al massimo il suo potenziale. Dalle ceneri di quel gruppo nacque Butler, partendo dai margini e trasformandosi in giocatore fondamentale nel quintetto, per poi diventare un All-Star.


È difficile avere una chiara prospettiva sugli anni di Butler a Chicago. E' qui però che, dopo l'arrivo con poche aspettative, ha avuto inizio il percorso che lo ha portato ad essere protagonista nelle NBA Finals 2020.


Ai fatti, è uno dei soli otto Bulls ad esser mai stato nominato in un All-NBA Team. Ha portato, da solo, ai Playoffs una squadra mediocre e di certo la sua storia a Chicago meritava un finale diverso. È stato un epilogo triste, ma la sua permanenza ai Bulls è stata davvero speciale.




LA TOP 10 CONTINUA QUI:


10. Dennis Rodman

9. Luol Deng

8. Jimmy Butler

7. Norm Van Lier

6. Artis Gilmore

5. Bob Love

4. Derrick Rose

3. Jerry Sloan

2. Scottie Pippen

1. Michael Jordan