4 destinazioni misteriose per Kevin Durant

April 26, 2019

 

© Fadeaway World

 

 

È quasi una certezza che Kevin Durant lascerà i Golden State Warriors in estate, o almeno questo è ciò che pensa la maggior parte degli insider, general manager, allenatori, giocatori e tifosi di tutto il mondo.

 

L’ala All-Star avrà molte offerte sul tavolo, tuttavia molti prevedono la firma di un enorme contratto con i New York Knicks, che lo farebbe diventare il loro giocatore-franchigia nel tempo. Ciononostante, Durant non è il tipo di persona che agisce solo per far piacere agli altri. Anzi. E visto il suo rapporto coi media, potrebbe ancora esserci una possibilità che faccia semplicemente ciò che vuole e firmare con una squadra con la quale nessuno si aspetterebbe nemmeno che abbiano avuto un incontro.

 

E' un'ipotesi azzardata, ma è comunque da considerare. Diamo un’occhiata alle quattro mete misteriose per Kevin Durant quest’estate.

 

 

4. Chicago Bulls

 

Kevin Durant vuol’essere un uomo indipendente. Vuole convertire la sua considerazione da negativa a positiva per riparare il danno recato ai suoi tifosi quando ha lasciato i Thunder per unirsi ai Warriors. Nonostante abbia vinto il doppio rispetto a quanto avrebbe potuto fare con OKC, il suo patrimonio ha subito un duro colpo.

 

Dunque, quale miglior modo per redimersi se non quello di riesumare i Bulls dalle ceneri?

 

Chicago dispone di un ottimo nucleo di giovani - Dunn, Lavine, Porter, Markkanen, Carter Jr - e di una potenziale scelta tra le prime 5 nel Draft 2019. Aggiungere KD potrebbe rendere tutto molto interessante.

 

 

 

3. Los Angeles Clippers

 

I Los Angeles Clippers faranno presumibilmente all-in su Kawhi Leonard, ma ciò non significa che non possano attirare (anche) Kevin Durant, considerando che ora sono in un’ottima posizione per diventare una contender.

 

I Clippers innanzitutto sono di Los Angeles e hanno Jerry West. Poi hanno un grande allenatore, una grande panchina e abbastanza soldi per firmare due importanti free agent quest’estate - e sapete bene che Steve Ballmer ha intenzione di provarci davvero con KD.

 

 

2. Boston Celtics

 

I Celtics potrebbero ancora firmare Kevin Durant, e ciò aiuterebbe decisamente nell'ottica di convincere Kyrie Irving a rimanere al TD Garden. C’è però una "fregatura", dato che dovrebbero completare una sign-and-trade.

 

Naturalmente i Warriors dovrebbero prima accordarsi su questo, e probabilmente chiederebbero in cambio Gordon Hayward, Jaylen Brown e/o Jayson Tatum. Potrebbe riuscire Danny Ainge a compiere nuovamente un lavoro magico?

 

 

 

1. Washington Wizards

 

E per finire, ecco che potrebbe "ingannare" tutti e unirsi agli Washington Wizards, squadra della sua città natale, in quello che sarebbe probabilmente il trasferimento più shockante nella storia NBA. In questo modo, si redimerebbe decisamente davanti agli occhi dei tifosi.

 

Bradley Beal è uno dei giocatori più sottovalutati della Lega, con lui e Durant questa squadra potrebbe puntare in alto ai Playoffs, aspettando il ritorno di John Wall. Tuttavia dovrebbero probabilmente effettuare una sign-and-trade anche loro, oppure concludere molti scambi per liberare dello spazio salariale.

 

Difficile, se non impossibile.

 

 

 

 

 

 

 

© Fadeaway World

 

Questo articolo, scritto da Nemanja Vukasinovic per Fadeaway World è tradotto in italiano da Alessandro Di Marzo per Around the Game, è stato pubblicato in data 26 aprile 2019.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com