L'NBA rivoluziona il formato dell'All-Star Game

October 4, 2017

 

© Bright Side of the Sun

Quella di Bright Side of the Sun è una redazione dell’Arizona dedicata alla franchigia NBA di Phoenix e in collaborazione con Around the Game da maggio 2017. Questo articolo, scritto da Keith M. Scheessele e tradotto in italiano dalla nostra redazione, è stato pubblicato in data 3/10/2017.


L'All-Star Game del 2018, in programma il prossimo febbraio allo Staples Center di Los Angeles,  sarà profondamente diverso da quello dell'anno scorso. La partita di metà stagione tra le stelle più popolari, infatti, non sarà uno scontro tra Est e Ovest e i giocatori non rappresenteranno la propria Conference, come avviene dalla prima edizione del 1951 al Boston Garden.

 

La formula sarà la seguente.
I tifosi voteranno i due capitani dell'All-Star Game. Questi, oltre a prendere parte del quintetto della propria squadra, dovranno comporre un roster di dodici elementi, scegliendo tra un elenco precedentemente stilato di "titolari" e "riserve". 
Questa lista sarà composta da ventiquattro giocatori, dodici per ciascuna Conference. 

I dieci starters sono determinati dalla combinazione dei voti di fans (50%), giocatori in attività nella Lega (25%) e media (25%). Gli allenatori, invece, sceglieranno le quattordici riserve. 
Ai vertici della Lega ancora si sta progettando come - con una sorta di draft ? - regolamentare la formazione dei due schieramenti.

 

Ma la cosa più importane da sottolineare è che le squadre giocheranno per beneficenza. Ognuna delle due, infatti, sceglierà un'organizzazione (con base a Los Angeles o nel resto degli Stati Uniti) a cui destinare i ricavi della partita con scopo benefico.

 

Il voto dei tifosi è aperto dal giorno di Natale; ed entro il 23 gennaio saranno noti i capitani e i giocatori designati per partecipare alla partita. 

La palla a due dell'All-Star Game sarà alzata domenica 18 febbraio alle ore 17:00 ET (ovvero le 02:00 italiane, ndr).

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com