Quando Brandon Ingram entrò nella storia del Gioco

January 8, 2018

 

© Gaston Gazette / TNS

Questo articolo, scritto da Richard Walker e tradotto in italiano dalla nostra redazione, è stato pubblicato in data 4 gennaio. 

 

 

 

Prima di marcare All-Star NBA del calibro di LeBron James e Kevin Durant, Brandon Ingram con i suoi 206 cm per 86 kg faceva la storia del campionato liceale della North Carolina.

 

I Vikings di Kinston, squadra nella quale militava il giovane talento oggi a LA, hanno infatti vinto il loro quarto titolo consecutivo col campionato 2015 N.C. 2A allo Smith Center dell’università della North Carolina il 14 Marzo 2015, alle spese di East Lincoln, imbattuta fino al momento.

 

Con quella vittoria Ingram ed il compagno di squadra Darnell Dunn, attualmente militante nel suo junior year a Pepperdine, sono diventati i primi ed unici due giocatori a vincere quattro volte i campionati liceali nella storia della pallacanestro dello Stato.  

 

Credo che solo giorni o mesi dopo si riesca a realizzare di essere entrati negli annali,” ha dichiarato Ingram durante la visita a Charlotte del mese scorso. "In quel momento non sapevamo esattamente quello che stava succedendo, oggi invece siamo consci di aver segnato un traguardo molto importante per la Kinston High School".

 

Considerata la grande attenzione mediatica per Ingram, la partita si era per altro svolta sotto i riflettori: mancava un solo mese alla firma con Duke University...

Alla partita hanno assistito il presidente della North Carolina Mark Gottfried, seduto sotto il canestro più vicino alla panchina dei Vikings; e dietro a quest’ultima sedevano giocatori di spicco della North Carolina, nativi di Kinston peraltro, quali Jerry Stackhouse e Quinton Coples.

 

Anche East Lincoln ad onor del vero si presentava alla sfida con un quasi-record tra le mani: i Mustang sarebbero diventati infatti, in caso di vittoria, la prima scuola dello Stato campione ed imbattuta sia nel basket sia nel football nello stesso anno. Con giocatori fenomenali in entrambi gli sport quali Chazz Surratt, Sage Surratt e Cameron Dollar, la East Lincoln aveva infatti vinto il titolo della North Carolina di football con un record di 16-0 e si presentavano alla finale di pallacanestro con un sorprendente 24-0. Nessuna squadra dopo la Ayden High nelle stagioni 1965-66 e 1966-67 aveva fatto una corsa al doppio titolo cosi sorprendente. 

 

Sapevamo di partire sfavoriti” ha dichiarato Chazz, che ha appena completato il suo anno da freshman nella squadra di football del North Carolina - con la quale ha giocato 7 partite da quarterback - “tuttavia pensavamo di poter vincere. Nonostante la loro superiorità atletica ed il loro vantaggio nei mismatch, noi credevamo di potercela fare e siamo stati in partita fino al quarto quarto".

 

East Lincoln a dire il vero era in vantaggio a fine primo quarto per 14-8,  con un Ingram da 0/4 al tiro; ma non appena il ragazzo ha cominciato ad ingranare, segnando 10 punti nel solo secondo quarto, il risultato si è ribaltato, con il tabellone che a fine primo tempo diceva 28-26 per i Vikings.

 

La mancanza di profondità dei Mustang, segnata dalla grave assenza del tiratore Hayden Duggins, è però venuta a galla nel terzo quarto, quando i Vikings hanno sopraffatto la East Lincoln con altri 10 punti di Ingram che hanno portato il risultato sul 40-35. Altri 8 a referto per Brandon nell'ultimo periodo, caratterizzato da un parziale di 14-3 che ha consegnato la vittoria per 60-43 alla compagine di Kinston, nonostante i 25 punti di Sage ed i 10 punti e 12 rimbalzi di Chazz.

 

Era molto difficile”, ha dichiarato Chazz Surratt, “specialmente per la mancanza di Hayden, probabilmente con lui avremmo vinto, grazie alla sua abilità nel tiro da tre punti saremmo riusciti ad allargare molto di più il campo”.

 

 

L’MVP della finale Brandon Ingram non ricorda alcun dettaglio della partita:

 

“Ricordo solo i festeggiamenti con i compagni. Giocare insieme per noi era bellissimo ed abbiamo festeggiato con grande gioia"- è da segnalare infatti che la squadra di Kinston avesse un gruppetto di giocatori, guidati da Ingram e Dunn, che giocava insieme dai tempi delle elementari ed era perciò molto legato.

 

 

Sento ancora tutti i miei compagni del liceo e voglio sempre sapere come se la passano, a maggior ragione i ragazzi con cui ho vinto quell’ultimo titolo. Abbiamo giocato insieme per tantissimo tempo e la soddisfazione che abbiamo provato vincendo non ha prezzo".

 

Il coach della East Lincoln e molti dei giocatori sconfitti hanno raggiunto l’anno successivo la finale del campionato 2016 N.C. 2A, persa per 81-71 contro i Farmville Central; mentre Sage Surratt e Cameron Dollar hanno completato il proprio anno da freshman nelle compagini di football di Wake forest e Charlotte.

 

E' incredibile che abbiamo affrontato un ragazzo che ora gioca in NBA e che è stato chiamato con la seconda scelta al Draft” ha dichiarato Chazz su Ingram, Rookie of the Year a Duke che sta segnando 16.1 punti a partita, raccogliendo 5.4 rimbalzi e smazzando 3.3 assist quest’anno, “a ripensarci poteva andarci peggio..."

 

Chazz ha dichiarato poi di non aver mai più incontrato Ingram, ma di seguire la sua carriera costantemente. “Guardo spesso le partite dei Lakers, mi piace molto come gioca Ball e sono sempre curioso di vedere come se la cavi Brandon; ogni volta ricordo alle persone con cui parlo di averlo affrontato alle finali di quell'anno. È sempre bello vederlo in televisione”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com