Dentro l'esplosione di Aron Baynes

November 18, 2019

Il nuovo big man dei Phoenix Suns è stato uno dei migliori centri finora in stagione ed è ora un candidato credibile al titolo di MIP

 

 

© Bright Side Of The Sun

 

 

Quando DeAndre Ayton è stato sospeso per 25 partite per l’utilizzo di sostanze vietate, tutto l’hype della prima vittoria di larga misura si è spento immediatamente. Ad ogni modo, i Suns sono andati davvero forte in queste prime partite della stagione (7-4 il record) e sembrano essere una vera contender per i Playoffs.

 

Il gioco di squadra è sicuramente stato uno dei fattori, ma c’è un uomo che sta giocando in modo eccezionale questa stagione, e ovviamente parliamo di Aron Baynes.

 

Il su contributo è il motivo per cui i Suns non stanno sentendo la mancanza di Ayton finora, e ciò è risultato evidente nella partita tra Suns e Lakers. Baynes ha segnato 20 punti tirando 6/10 dal campo con 4 triple, ha preso 6 rimbalzi e smistato 3 assist. Ha inoltre giocato un’ottima difesa contro una squadra in cui si alternavano nel pitturato LeBron James, Anthony Davis, Dwight Howard e JaVale McGee. Ha subito un duro colpo nel terzo quarto, poi, ma non si è scomposto, mostrando la resilienza e la durezza che porteranno i fan a diventare suoi fedeli (proprio come è successo con il suo account su Twitter). Ha pure segnato un gancio cielo memorabile in testa a LeBron, che ricordava quelli di Kareem Abdul-Jabbar. Insomma, più di così...

 

Il modo in cui sta giocando Baynes è forse la parte migliore della stagione dei Suns fino ad ora. Ovviamente sapevamo già che Devin Booker è un giocatore speciale, che Ricky Rubio sarebbe stato un’ottima aggiunta e che Kelly Oubre Jr sarebbe stato un buon giocatore complementare. Ci aspettavamo anche che Ayton avrebbe dominato e che sarebbe sbocciato sotto la guida di coach Monty Williams, mentre pensavamo che Baynes sarebbe stato il giocatore che è sempre stato durante la sua carriera: un buon centro di riserva.

 

Ma quanto si è presentata l’opportunità di partire in quintetto, Baynes ha dimostrato alla Lega il suo (nuovo) valore.

 

 

Nelle prime 10 partite giocate ha mantenuto una media di 16.2 punti, 5.8 rimbalzi e 3.1 assist a partita. Non sono certo statistiche assurde, ma sono un aumento significativo rispetto alle sue cifre in carriera: 6 punti, 4 rimbalzi e 1 assist a partita.

 

Ha anche aiutato i Suns a migliorare in difesa, in modo da raggiungere il 14esimo posto nella Lega per Defensive Rating (105.5)... sì, ovvero 15 posizioni avanti rispetto all’anno scorso. Aron è un’ancora difensiva che protegge aggressivamente il pitturato ed è capace di fare giocate utili in campo. È stato il rimpiazzo perfetto dopo la squalifica di Ayton.

 

Ovviamente il suo minutaggio diminuirà consistentemente quando sarà tornato Ayton, ma Baynes ha lasciato un segno indelebile sulla squadra e non sarà semplicemente relegato ai doveri della panchina. Si è inoltre messo in luce per il premio di Most Improved Player.

 

Ci dovranno essere degli aggiustamenti da parte della squadra, una volta che Ayton sarà di nuovo in campo... ma questi sono problemi decisamente migliori che decidere per quale futuro rookie "tankare". Questi dilemmi sembrano ormai acqua passata per i Suns, mentre si comincia a intravedere prosperità nel futuro della franchigia.

 

Il Sole è tornato a splendere sull'Arizona?

 

 

 

 

 

 

 

 

© Bright Side Of The Sun

 

Questo articolo, scritto da Omar Soussi per Bright Side Of The Sun e tradotto in italiano da Emilio Trombini per Around the Game, è stato pubblicato in data 17 novembre 2019.

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com