Around the Lakers: sulla cresta dell'onda

November 20, 2019

Riusciranno i giallo-viola a mantenere questo ritmo fino al termine della Regular Season?

 

 

 

I Los Angeles Lakers hanno il miglior record della Lega!

E non accadeva dal 2008/09, anno in cui vinsero il primo di due titoli consecutivi...

 

Il record attuale è di 12-2 e la squadra è partita molto meglio delle aspettative, soprattutto considerando il fatto che si tratta pur sempre di un roster completamente nuovo, con ben otto innesti. Gli inizi di LeBron James con i nuovi compagni non sono mai stati positivi: la partenza dei "Big Three" a Miami era stata tutta'altro che sul velluto, con un record di 9-8; ancora peggio a Cleveland, con un preoccupante 19-20. Il fatto che la squadra stia funzionando così bene e così presto, quindi, dovrebbe mettere paura alle avversarie. Perché nonostante tutto, ci sono ancora ampi margini di miglioramento, soprattutto in attacco.

 

Cominciamo dai numeri.

 

LBJ sta viaggiando a 25 punti, 7.9 rimbalzi e 11.1 assist. Il numero di assistenze è il più alto in carriera e fa intendere molto bene la volontà del Re di mettere a suo agio in ogni modo Anthony Davis, perché bisogna ricordare che in ogni caso AD a fine anno sarà free agent. Nelle prime nove partite "the Brow" ha segnato ben 26 canestri su assist di James, a testimonianza del fatto che quest'asse funziona eccome. Uno schema molto usato dai Lakers prevede un doppio blocco di AD e Danny Green su LeBron, con il primo che rolla e il secondo che "poppa". Inutile dire che la difesa deve fare sempre una scelta penalizzante, lasciando spazio a uno dei tre.

 

Anthony Davis è il miglior realizzatore dei giallo-viola con 25.2 punti a partita conditi da 9 rimbalzi. Il Prescelto gli ha chiesto di essere più aggressivo, e così è stato. AD sta andando forte al ferro guadagnando ben 7.5 tiri liberi a partiti, di cui ne converte l'86.7%, il che fa di lui il miglior tiratore della squadra in lunetta. Dove pecca ancora è indubbiamente nella selezione dei tiri in alcuni momenti della gara, in cui cerca di mettersi in ritmo forzando dalla media.

 

L'attacco funziona a tratti e spesso fa affidamento sul talento dei singoli interpreti. Il problema maggiore è naturalmente il tiro da tre che, nonostante gli ampi spazi generati dallo strapotere fisico del duo LBJ-AD, per il momento non vuole proprio entrare. Attualmente la squadra sta tirando con il 34.2% valido per il 18esimo posto nella Lega. L'idea di base è difendere forte e correre quando possibile, altrimenti si va nel pitturato, dove i Lakers dominano: sono la seconda squadra per punti in area, 53.8 a partita. Questo abbassa certamente il ritmo, facendo dei lacustri una squadra nella media per Pace (ventesimi) e per Offensive Rating (decimi). 

 

La difesa al contrario è la migliore della Lega.

 

I Lakers sono un incubo per tutti ed entrare nella loro area non è affatto facile, sia per la lunghezza e la fisicità del quintetto base, sia per la bravura a collassare in area generando sfondamenti e palle sporcate, oltre alle stoppate. Dwight Howard, Anthony Davis e JaVale McGee stanno bloccando qualunque cosa si levi più in alto dei 3.05 metri del ferro. La squadra, neanche a dirlo, è prima per stoppate con 7.8 a partita. Ed è un dato è semplicemente eccezionale, considerato che la seconda squadra in classifica ne fa 6.3 di media.

 

LeBron James ha cambiato radicalmente atteggiamento rispetto all'anno scorso e sta difendendo in modalità Playoffs fin da subito. Pare che sia stato proprio Davis a chiedergli ciò e il Re ha accontentato alla grande il suo nuovo discepolo. Se James riuscirà a mantenere questo effort difensivo, saranno guai per tutti.

 

 

Kyle Kuzma è rientrato dall'infortunio e dopo tre partite di aggiustamento sembrava aver trovato ritmo. Contro i Thunder, però, è stato duramente colpito all'occhio e ha dovuto abbandonare il campo dopo appena nove minuti. Ciò rallenterà ulteriormente il suo rientro a pieno regime.

 

Altra nota dolente è l'infortunio di Avery Bradley che sarà rivalutato tra due settimane. D'altra parte, però, è stata molto positiva la reazione di Kentavious Caldwell-Pope, che dopo le critiche dei fan si è fatto trovare pronto per sostituire l'infortunato Bradley. Nelle ultime tre partite sta viaggiando a 14 punti di media, risultando semplicemente decisivo. 

 

La squadra sta funzionando bene e il coinvolgimento dei singoli giocatori è elevatissimo anche da un punto di vista emotivo. Sembra che serenità e coesione regnino sovrani. 

 

I Lakers sono partiti per il loro viaggio che ha un unica destinazione: il Larry O'Brien.

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com