Around the Mock Draft

June 19, 2019

Il Mock Draft stilato per voi da Around The Game

 

 

1) New Orleans Pelicans - Zion Williamson - Duke - PF - 201 cm, 130 kg 

Basterebbero le misure a descrivere Zion. 130 kg uniti a un agilità e un controllo del corpo mai visti prima. Un'ottima visione di gioco e una discreta percentuale da tre completano l'arsenale di Williamson, che al college è stato semplicemente dominante. Siamo di fronte alla prima scelta più scontata dai tempi di LeBron James: ogni ulteriore descrizione è superflua. Vedere per credere:

 

 

2) Memphis Grizzlies - Ja Morant - Murray State - PG - 190 cm, 77 kg

Morant ha sconvolto tutti e da sconosciuto è rapidamente diventato il miglior prospetto di questo Draft, secondo solo a Zion.

È diventato il primo giocatore nella storia della NCAA con almeno 20 punti (24.5 ppg) e 10 assist di media, cui bisogna aggiungere anche 5.7 rimbalzi a partita il 50% dal campo e il 36.6% da tre. Cifre stellari che hanno portato una semisconosciuta Murray State alle March Madness. Morant è senza dubbio la migliore PG del Draft e l'impatto nella NBA sarà immediato, bisognerà solo attendere le scelte di Memphis per quanto riguarda la convivenza con Mike Conley.

 

3) New York Knicks - RJ Barrett - Duke - SG - 201 cm, 95 kg

Il talento di RJ Barrett è indiscutibile e le sue medie parlano chiaro: 22.6 punti, 7.6 rimbalzi e 4.3 assist. Tuttavia ci sono alcuni dubbi riguardo alle sue scelte offensive e al suo tiro da tre, infatti per ora possiamo paragonarlo a Wiggins come tipo di giocatore. Non ha ancora sviluppato una maturità cestistica e ci sarà da lavorare tanto. Il suo più grande difetto è la propensione eccessiva a giocare la "hero ball", forzando giocate individuali nel traffico che hanno generato in tante partite moltissime palle perse.

 

4) New Orleans Pelicans (Los Angeles Lakers) -  De'Andre Hunter - Virginia SF/PF - 201 cm, 102 kg

NOLA ha guadagnato un'altra scelta in questo Draft grazie alla trade con i Lakers. Saranno questi ultimi, però, a scegliere, in attesa dell'ufficialità dello scambio che sarà certamente dopo la notte del Draft. David Griffin dopo Zion Williamson potrebbe optare per un giocatore già pronto e in grado di dare un contributo immediato. Hunter è indubbiamente il miglior difensore di questa classe di prospetti ed è inoltre un buon tiratore dalla lunga distanza (43.8% nell'ultima stagione), un giocatore in grado di cambiare sulle guardie e di tenere i lunghi in post basso. Il prototipo perfetto di 3&D.

 

5) Cleveland Cavaliers - Jarrett Culver - Texas Tech - SG - 198 cm, 88 kg

Cleveland deve ricostruire e affiancare uno scorer come Culver, guardia di Texas Tech che ha trascinato i Raiders alla finale NCAA, a una PG dinamica come Sexton può essere un buon inizio. Culver è un atleta sensazionale ed è anche un ottimo difensore, mentre in attacco il suo gioco si sviluppa dal mid-range al ferro. L'unico punto debole è il tiro da tre, che non ha grande fluidità e perciò farà fatica ad adattarsi alla distanza NBA.

 

6) Phoenix Suns - Coby White - North Carolina - PG - 195 cm, 86 kg

Phoenix è alla disperata ricerca di una PG da affiancare a Devin Booker. Le ultime scelte sono state poco felici e l'unico a salvarsi è Ayton, perché Bender e Jackson sono stati dei fallimenti fino ad ora. La scelta dovrebbe essere tra White e Garland con il primo leggermente in vantaggio sul secondo per il maggior potenziale come creatore di gioco. 

 

7) Chicago Bulls - Darius Garland - Vanderbilt - PG - 188 cm, 79 kg

Anche Chicago è alla ricerca di una guardia. Il desiderio maggiore sarebbe arrivare a Lonzo Ball, che potrebbe non restare a New Orleans. In questo caso, la numero 7 potrebbe andare ai Pelicans. Altrimenti Darius Garland potrebbe essere selezionato dai Bulls. La guardia di Vanderbilt ha giocato però solo cinque partite in stagione a causa di un infortunio al menisco e questo ha fatto calare drasticamente le sue quotazioni. In quelle cinque partite ha fatto registrare 16.2 ppg con il 47.8% da tre, e ha dimostrato di poter essere un fattore anche in NBA visto il suo range di tiro. Ricorda Damian Lillard: dotato di grande talento per crearsi un tiro, fa invece più fatica nel traffico. Scommettere su di lui può essere la mossa vincente.

 

 

 

8) Atlanta Hawks - Cameron Reddish - Duke - SG/SF - 203 cm, 95 kg

Cam Reddish è arrivato a Duke come il terzo miglior giocatore della nazione, ma dopo un anno di alti e bassi ha perso un po' di appeal. Il potenziale rimane e la sua struttura fisica è perfetta per la NBA. Quando è in serata al tiro dalla lunga distanza sono in pochi a poterlo fermare e inoltre, grazie alle sue misure e alla sua agilità, può coprire i ruoli dal 2 al 4 senza problemi. Atlanta può scommettere su di lui ed esplodere definitivamente come la squadra dotata del miglior young core nella Lega.

 

9) Washington Wizards - Sekou Doumbouya - Limoges (Francia) - SF - 206 cm, 104 kg

Il primo degli international viene dalla Guinea e gioca in Francia. Washington punta forte su questo ragazzino di appena 18 anni, nato il 23 dicembre 2000. Al Limoges ha già dimostrato, nonostante l'età, di avere un ottimo arsenale offensivo: penetrazione, fisicità, mid-range e tiro da tre. Anche in difesa ha dimostrato di essere pronto, ma la vera incognita è se sarà pronto al mondo NBA. 

 

10) Atlanta Hawks - Jaxson Hayes - Texas - C - 211 cm, 99 kg

Hayes è considerato da molti il miglior centro di questo Draft. Il centro dei Longhorns è stato il secondo miglior stoppatore della NCAA e uno dei migliori per true shooting con il 75%. È un giocatore molto agile e moderno, ed è il lungo ideale per gli Atlanta Hawks - può sia essere il cambio di Collins che giocare affianco a lui.

 

11) Minnesota Timberwolves - Nassir Little - North Carolina - SF - 198 cm, 99kg

Il frame è quello della guardia/ala piccola ideale, con una massa grassa del 5.90%. Il suo atletismo ha generato grossi problemi alle avversarie dei Tar Heels: Little è stato letale sugli alley-oop e a rimbalzo. Nella stagione da Freshman non ha certamente impressionato, non avendo raggiunto la doppia cifra di media, ma ha lasciato intravedere un ottimo potenziale futuro. Molto passerà dalla sua capacità di migliore il 27% dalla lunga distanza.

 

12) Charlotte Hornets - Bol Bol - Oregon - C - 218 cm, 106kg

Il figlio del grande Manute Bol si appresta a calcare i parquet della NBA, ma a differenza del padre Bol Bol è nettamente più versatile. Immaginatevi una guardia che guida la transizione dopo il rimbalzo e che tira in fadeaway da tre, alta 218 centimetri! Questo è Bol Bol, semplicemente il prospetto più entusiasmante e rischioso del Draft. Difesa elitaria e degna del padre unita a una morbidezza delle mani davvero unica per un centro. Stiamo praticamente parlando di un Kevin Durant in un corpo più grosso. Il problema ovviamente è alla voce infortuni, perché si è già rotto il piede durante la prima stagione a Oregon. Nelle appena nove partite disputate, però, 21 ppg, 9.6 rimbalzi e dicasi il 52% da dietro l'arco. Bol Bol è una scommessa che può rivelarsi un vero game changer e l'unica cosa di cui hanno bisogno gli Hornets per dare una svolta alla franchigia.

 

 

13) Miami Heat - Rui Hachimura - Gonzaga - PF - 203 cm, 105 kg

L'ala grande giapponese ha disputato una grande stagione da Junior, segnando 19.7 punti e catturando 6.5 rimbalzi a partita. Hachimura è molto versatile essendo dotato di buona fisicità e rapidità, oltre a un buon tiro da tre. Il gioco dalla media è sicuramente il suo punto di forza, ma in NBA il livello di fisicità è ben più alto e bisognerà vedere come si adeguerà.

 

14) Boston Celtics - PJ Washington - Kentucky - PF - 203 cm, 103 kg 

Washington alla 14 potrebbe essere un'ottima scelta per i Celtics, infatti è un giocatore che può avere fin da subito impatto nella NBA. Il suo ruolo naturale è ala grande, ma potrebbe facilmente trasformarsi in ala piccola vista la sua agilità e la sua propensione al tiro dalla lunga distanza.

 

15) Detroit Pistons - Romeo Langford - Indiana - SG - 198 cm, 90 kg

Langford è una guardia che fa della fisicità il suo punto forte e ricorda molto il primo Jimmy Butler. In penetrazione ha creato particolari problemi alle altre squadre collegiali, ma ovviamente a livello NBA è il suo punto debole è il tiro da tre (27% in stagione). 

 

16) Orlando Magic - Goga Bitadze - Budocnost (Montenegro) - C - 211 cm, 113 kg

Bitadze è un centro georgiano di dimensioni imponenti ed è stato il miglior stoppatore della Eurolega e della Lega Adriatica. Ha inoltre tirato dalla lunga distanza con il 41%, il che lo rende un prospetto interessante per molte squadre. Nonostante sia dotato di una buona mobilità, il suo tallone d'Achille sono i cambi su giocatori più rapidi di lui. Può rappresentare una buona alternativa qualora Orlando perdesse Vucevic.

 

17) Atlanta Hawks - Keldon Johnson - Kentucky - SF - 198 cm, 98 kg 

Keldon Johnson è un giocatore completo in grado di ricoprire più ruoli. Ad Atlanta c'è un vuoto nello spot di ala piccola e Johnson potrebbe dare il suo contributo fin da subito. Il suo 38% da tre lo rende ideala per il sistema degli Hawks.

 

18) Indiana Pacers - Brandon Clarke - Gonzaga - PF - 203 cm, 97 kg

Clarke è un lungo sottomisura ma è dotato di un atletismo fuori dal comune, con cui compensa la mancanza di centimetri. Ricorda Jordan Bell ed è molto adatto alla NBA moderna, essendo in grado di marcare quasi tutti i ruoli.

 

19) San Antonio Spurs - Tyler Herro - Kentucky - SG - 198 cm, 88 kg 

Tyler Herro è un tiratore che tutti vorrebbero avere in squadra e sarebbe perfetto per i San Antonio Spurs. 14 punti di media a Kentucky con il 53% di effective shooting sono un bel biglietto da visita per la NBA. Non è particolarmente propenso a crearsi il proprio tiro e deve assolutamente migliorare in questo aspetto.

 

20) Boston Celtics - Kevin Porter Jr - USC - SG - 198 cm, 98 kg

I Celtics hanno ben tre scelte a questo Draft e potranno prendersi dei rischi, uno dei quali potrebbe essere Kevin Porter Jr, che ha dimostrato molto talento pur non essendo ancora pronto per la NBA. Il suo punto di forza principale è la capacità di crearsi un tiro in qualsiasi contesto, d'altra parte la sua più grande debolezza è la selezione delle scelte.  

 

21) Oklahoma City Thunder - Nickeil Alexander-Walker - Virginia Tech - SG - 196 cm, 92 kg

Alexander-Walker è un eccellente tiratore già dotato del range NBA. In due anni a Virginia Tech ha tirato con il 38% dall'arco e oltre a questo è un buon difensore (2.2 palle rubate di media), il che lo rende un ottimo prototipo di 3&D.

 

22) Boston Celtics - Cameron Johnson - North Carolina - SF - 206 cm, 95 kg

Johnson è un giocatore molto sottovalutato, principalmente per il fatto di avere già 23 anni, ma nell'ultima stagione a North Carolina ha dimostrato di poter dare il suo contributo in NBA. 40% in carriera da tre e 45% quest'anno sono dati che specialmente a questa scelta possono fare gola a molti. 

 

23) Utah Jazz - Luka Samanic - Petrol Olimpija (Slovenia) - SF/PF - 211 cm, 103 kg

Samanic potrebbe rivelarsi la steal of the Draft. Il croato di 19 anni è una guardia di 211 centimetri ed è dotato di uno skill set impressionante. In NBA potrebbe ricoprire qualunque ruolo dal 2 al 4. Il grande dubbio riguarda la scarsa fisicità: non essendo molto esplosivo può fare fatica ad andare al ferro contro i lunghi della Lega.

 

24) Philadelphia 76ers - Ty Jerome - Virginia - SG - 196 cm, 88 kg

In attesa di vedere le mosse del front office dei Sixers e di scoprire che forma avrà il roster di Brett Brown, Phila potrebbe optare per Ty Jerome, che insieme a Kyle Guy ha portato Virginia al titolo. Jerome può giocare entrambi i ruoli in guardia perché, nonostante sia un tiratore naturale (39% da tre), è dotato anche di un ottimo palleggio e di una grande visione di gioco. A Philadelphia farebbe comodo aggiungere una guardia con le sue caratteristiche, una guardia che può allargare il campo -anche perché i due playmaker, Simmons e McConnell, non tirano proprio.

 

 

25) Portland Trailblazers - Naz Reid - LSU - C - 208 cm, 115 kg

Reid potrebbe essere scelto per tappare l'immenso buco lasciato dall'infortunio di Nurkic. Lo skillset del lungo da LSU è di tutto rispetto e oltre ad un imponente fisicità è dotato di un buon tiro da tre. Per Portland potrebbe essere una scommessa vincente qualora riuscissero a svilupparlo in breve tempo. Il suo problema maggiore è certamente la forma fisica. Alla combine si è presentato con ben il 14% di massa grassa. Ci sarà da lavorare con il team di strenght and conditioning...

 

26) Cleveland Cavaliers - Carsen Edwards - Purdue - PG - 185 cm, 90 kg

L'eroe di Purdue ha rubato il palcoscenico a tutti nelle Elite 8 contro Virginia e per un soffio non è riuscito nell'impresa. 24.3 punti a partita con il 35% da tre sono numeri da first round pick e Cleveland potrebbe tentare l'ennesima scommessa. Edwards ha innalzato le sue quotazioni quando ha realizzato 42 punti con 10/19 da tre in una delle più incredibili partite di Elite 8 della storia del college basketball. In quella partita era riuscito quasi da solo a sconfiggere la squadra che in seguito avrebbe vinto il titolo, e sebbene in molti pensano andrà al secondo giro, qualcuno disposto a scommettere sul suo talento salterà fuori. Anche perché l'unico suo limite è l'altezza.

 

 

 

27) Brooklyn Nets - Nicolas Claxton - Georgia - C - 210 cm, 98 kg

I Nets potrebbero decidere di affiancare a Jarrett Allen un centro più rapido e con più tiro perimetrale, e Claxton sembra il profilo giusto.

Corre bene il campo e può anche mettere palla per terra per guidare la transizione. I suoi punti deboli sono la scarsa fisicità in post basso, dovuta anche ai soli 98 kg, e la visione di gioco, non adeguata al livello NBA.

 

28) Golden State Warriors -  Kezie Okpala - Stanford - SF - 206 cm, 97 kg

Okpala potrebbe essere un vero e proprio diamante grezzo in questo Draft. I Warriors falcidiati dagli infortuni di Durant e Thompson, in attesa di vedere se li riconfermeranno entrambi, potrebbero decidere di investire su un prospetto come Okpala, che però ha bisogno di un periodo di assestamento nella NBA. Ricorda un po' Kyle Kuzma.

 

29) San Antonio Spurs - Bruno Fernando - Maryland - C - 208 cm, 107 kg

Fernando è un altro work in progress che ha degli upside interessanti, e se c'è una squadra in grado di sviluppare i giovani, quella è proprio San Antonio. Il centro di Maryland ha un frame molto interessante e la sua stagione da 13 e 10 non è passata inosservata.

 

30) Milwaukee Bucks -  Mfiondu Kabengele - Florida State - C - 208 cm, 116 kg

Kabengele è un centro che ha stupito molti alla Combine per le sue misure e il suo atletismo, e oltre a ciò bisogna considerare il fatto che è anche un buon tiratore dall'arco. Ha tirato con il 37% da tre a Florida State e potrebbe essere un uomo di rotazione utile per i Bucks.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com