Com'è cambiato il vento nella Baia

February 17, 2019

Nove anni fa i Golden State Warriors avevano un valore di 315 milioni di dollari. Oggi quella cifra ha superato i 3.5 miliardi.

 

 

 

© Fadeaway World

 

 

I Warriors stanno diventando una delle migliori franchigie nella storia dell'NBA. E una delle più ricche.

 

Il team è stato acquistato nel 2010 da Joe Lacob per 450 milioni di dollari e ora il suo valore si è impennato oltre i 3.5 miliardi, essendo così diventata la squadra della Lega dal valore economico più elevato dopo Los Angeles Lakers e New York Knicks.

 

Nel recente rapporto pubblicato dalla rivista Forbes, è stato messo in risalto il fatto che nove anni fa il nuovo proprietario della franchigia californiana pagò Golden State ben $100M più di quello che allora era il suo valore... ma oggi è piuttosto evidente che non si sia trattato di un sovrapprezzo!

 

 

Ovviamente il valore della franchigia si è impennato dopo la costruzione di un superteam e la vittoria di tre titoli NBA ai danni di LeBron James e dei suoi Cleveland Cavaliers. Solamente negli ultimi 12 mesi, infatti, la quotazione si è alzata di ben $400M.

 

Inoltre, il valore patrimoniale di Golden State è stato ulteriormente accresciuto dal nuovo accordo televisivo stipulato dalla National Basketball Association. Più partite vengono trasmesse in TV, negli Stati Uniti e all'estero, e più rapidamente cresce la popolarità di quella che è la miglior squadra del mondo: questo chiaramente permette un crescita a ritmi più sostenuti che mai.

 

Le uniche due franchigie che valgono di più, come detto, sono Lakers e Knicks, due squadre che hanno una posizione geografica decisamente privilegiata rispetto a tutte le altre - i "big market" Los Angeles e New York- e anche un passato glorioso. La combinazione di tutti questi fattori le rende due destinazioni più-che-desiderate da tutti i migliori giocatori dell'NBA per costruire la propria "legacy"; e questo costituisce un enorme valore aggiunto, impossibile da calcolare a livello patrimoniale. Ma reale. I Lakers hanno attualmente un valore stimato intorno ai 3.7 miliardi di dollari, i Knicks addirittura 4.

 

I Warriors stanno arrivando. E se riuscissero a raggiungere le altre due, si tratterebbe di un'impresa incredibile, considerando che Golden State - con sede a Oakland (una fan base "fedele", ma numericamente limitata) - non parte da una posizione privilegiata a livello geografico, e non aveva un passato costellato di giocatori leggendari. Non prima di Steph Curry e Kevin Durant. 

 

La presente "dinastia" non potrà essere eterna. Non è neanche scontato che l'anno prossimo questo superteam sarà ancora intero, anzi. Ma la crescita economica di Golden State non è un fenomeno provvisorio, considerando la popolarità che ha acquisito a livello globale e anche la  nuova "casa" costruita nella Baia. Here to stay.

 

 

 

 

 

 

© Fadeaway World

 

Questo articolo, scritto da Vagrig Nazari per Fadeaway World e tradotto in italiano da Andrea Lamperti per Around the Game, è stato pubblicato in data 12 febbraio 2019. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com