Cosa ci possiamo aspettare da Bol Bol in NBA?

July 14, 2019

 

©️ The Stepien

 

 

Bol Bol, classe '99 in uscita da Oregon State, nonché figlio del grande Manute, è uno dei rookie più attesi della stagione NBA 2019/20. Fino a qualche settimana prima del Draft in molti si aspettavano una chiamata nel primo giro, ma i dubbi relativi alle condizioni fisiche del ragazzo - che si è rotto il piede (frattura non scomposta allo scafoide del piede sinistro) e ha saltato la Summer League - hanno portato diverse franchigie a guardare altrove. A scommettere su di lui sono stati, alla fine, i Denver Nuggets, con la scelta numero 44.

 

In appena 9 partite disputate nel college basketball ha fatto registrare una media di 21 punti e 9.6 rimbalzi a partita. E dicasi il 52% da dietro l'arco. Un tiratore? Beh, sì, ma un 7'2" piedi, con un'apertura alare di 234 centimetri e quasi 110 kg di peso. Una vera scommessa. Ma molto, molto intrigante.

 

Prima del Draft si è parlato molto di lui. Con pareri discordanti. David Gardner ha riportato su Bleacher Report le parole di un anonimo executive NBA:

 

"State attenti perchè su Bol Bol tutti stanno mentendo. Ogni squadra è convinta di averlo inquadrato. C'è chi se ne è innamorato e quindi cerca di diffondere voci negative, e chi invece ha già deciso di optare per altri e prova a pomparlo".

 

Sempre di lui, ha parlato anche uno scout NBA. "La sua posa quando è fermo trasmette disinteresse, come se in realtà preferisse starsene seduto in panchina. Non credo però sia così. E' più un atteggiamento che alla sua età è molto comune. E' vero che non sembra avere vocazioni da leader, ma non è una mela marcia".

 

Ebbene, cosa ci possiamo aspettare da questo ragazzo in NBA? Ecco lo Scouting Report del prodotto di Oregon State.

 

 

*******  ********

 

 

Atletismo: Bol non è un grande atleta. È molto alto e prova ad utilizzare la sua lunghezza su entrambi i lati del campo, tuttavia ha i fianchi e un baricentro piuttosto alto, e come prevedibile non è granché veloce. Non sembra che possa aggiungere ulteriore peso, data anche la sua preoccupante propensione agli infortuni.

 

Aggressività: Abbastanza aggressivo offensivamente parlando, ma troppo passivo in difesa. Anche con quei centimetri, per diventare un rim protector in NBA gli servirà qualcosa di diverso.

 

Ruolo: Centro. Rim protector in difesa (più precisamente shot blocker) e "strecth five" in attacco.

 

 

 

 

 

 

 

Cosa potrebbe diventare

 

Scenario realistico: Bol è una scommessa, i Nuggets potrebbero utilizzarlo allo stesso modo in cui Philadelphia utilizza Boban Marjanovic. Potrebbe trovare spazio in un quintetto circondato da buoni difensori e provare ad utilizzare al meglio il suo tiro dalla distanza. Va detto che, a causa delle sue già citate carenze difensive, non potrà in ogni caso avere un minutaggio elevato.

 

Scenario ottimistico: Se il figlio di Manute sarà in grado di lavorare duramente sulla fase difensiva e sulla mancanza di forza fisica, ha tutte le carte in regola per diventare davvero la “steal del Draft”. Ciò vorrebbe dire riuscire anche a non soffrire gli altri big man della Lega sotto canestro, cosa apparentemente non semplice.

 

Scenario pessimistico: Se non riuscisse a migliorare la sua abilità di tiro e la sua attitudine difensiva, il suo tempo di permanenza in NBA potrebbe essere davvero molto limitato. Sperando, in ogni caso, che non siano gli infortuni a forzare questa possibilità.

 

 

Abilità offensive

 

Scoring: 97esimo percentile

 

Scoring + Assists: 79esimo percentile

 

 

Jumper: Tende a lasciar partire il pallone leggermente in basso rispetto ai (pochi) giocatori della sua taglia, ovvero al di sotto della sua spalla destra. Il tiro, però, è molto morbido. Non salta molto e non ha un rilascio rapido (cosa che, combinata con un basso punto di partenza del tiro, potrebbe non aiutarlo contro i close out difensivi). In ogni caso, sa tirare da tre punti, sia dalla distanza college sia da quella NBA. Non è velocissimo nei movimenti, ma è un giocatore da Pick&Pop.

 

Versatilità di tiro: Possiamo dire che Bol non abbia grandi mezzi nel suo bagaglio tecnico, anche a causa della sua taglia. Dovrà lavorare sul Pick&Pop, che potrebbe diventare la sua principale arma nella metà campo offensiva.

 

Shot IQ: Potrebbe essere un solido tiratore in catch and shoot, ma spesso si perde in inutili palleggi. Dovrebbe limitare questa sua tendenza. Nelle sue partite con Oregon State, poi, ha spesso forzato dei tiri dal post, ignorando compagni liberi e non leggendo il raddoppio della difesa avversaria.

 

Capacità di concludere: Sa usare molto bene le sue lunghe braccia e ha un tocco molto morbido, come dimostrano le buone percentuali negli hook shot. La sua altezza lo aiuta: non deve neanche saltare così tanto per concludere dentro l'area. I difensori dell'NBA, però, lo metteranno alla prova ben più di quelli affrontati al college. Ora come ora non è ancora adatto a giocare in post: soffrirebbe troppo gli altri centri della Lega in termini di fisicità, anche perché pare abbastanza facile mandarlo fuori equilibrio. Avere un baricentro così alto, infine, non lo aiuta nemmeno nei cosiddetti "turnaround jumpers".

 

 

Ball handling: Per essere un centro e per la sua altezza, Bol ha dimostrato di avere una buona dimestichezza nel trattamento di palla. Ovviamente la sua meccanica è da migliorare ed è abbastanza lento, ma ricordiamo che stiamo parlando di un ragazzo di 218 centimetri.

Non vi aspettate, comunque, di vederlo spesso con la palla tra le mani, anche perché gli manca visione di gioco.

 

Passaggio: Non è un grande passatore e nelle 9 partite con Oregon ha dimostrato una propensione a perdere palla un po' troppo spesso.

 

 

Abilità difensive

 

Defensive Rating: 82esimo percentile 

 

Bol ha grossi problemi difensivi, e inoltre è anche molto discontinuo. Alcune volte mostra buona tecnica, ma in altri casi le sue lacune sono sotto gli occhi di tutti. Deve essere più attento, dato che sbaglia quasi sempre rotazioni e collaborazioni davvero banali. Deve anche metterci maggiore intensità, soprattutto nel contestare i tiri e nell'andare a rimbalzo. non è raro vederlo vagare per il campo con un atteggiamento fisico tutt'altro che incoraggiante.

 

Protezione del canestro: Grazie alle sue infinite braccia e al tempismo che ha dimostrato, è in grado di stoppare molti tiri. Tuttavia, finché continuerà a sbagliare le rotazioni difensive questo non gli servirà a molto...

 

Capacità di contestare tiri: Può contestare tiri anche sul perimetro, ha un buon istinto ed è in grado di intuire quando l’attaccante è sul punto di rilasciare il proprio jumper. Riesce a chiudere abbastanza velocemente gli spazi grazie alla sua altezza.

 

Footwork: Partirei col dire che Bol Bol non ha un grande equilibrio; e inoltre, come abbiamo già detto, non è veloce, è lento nel girarsi, nel cambiare giocatore da marcare e anche nei cambi di direzione. Si affida troppo alla sua stazza quando deve chiudere chi gli sta di fronte: sapendo di non essere abbastanza rapido, si limita ad alzare le braccia verso l’attaccante senza andare a completare il movimento difensivo. Insomma, c’è davvero tantissimo da lavorare.

 

Post-Up: Negli uno-contro-uno fisici, pagherà sistematicamente dazio. Veniva spesso spostato, e con facilità irrisoria, dai suoi avversari al college. Figurarsi in NBA.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©️ The Stepien

 

Questo articolo, scritto da Spencer Pearlman per The Stepien e tradotto in italiano da Andrea Campagnoli per Around the Game, è stato pubblicato in data 22 Giugno 2019.

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com