Il salto di qualità di Devin Booker

January 18, 2018

Alcuni accorgimenti difensivi, soprattutto in situazioni di blocco, hanno migliorato notevolmente l'impatto di Booker nei Phoenix Suns.

 

© Bright Side of the Sun 

 

 

La stagione dei Suns, quest'anno, è stata caratterizzata dal mettere da parte le aspettative per concentrarsi sul miglioramento dei giocatori ed una delle sorprese più grandi arriva sicuramente dalle abilità difensive di Devin Booker

 

Durante l'anno il coach Jay Triano ha enfatizzato come le aspettative sotto il punto di vista del miglioramento difensivo per il ragazzo fossero massime da parte dello staff. Nel passato le sue lacune in quella metà del campo passavano in secondo piano anche grazie alla presenza di Eric Bledsoe e PJ Tucker, i quali venivano sempre messi in marcatura sulla migliore guardia avversaria. Sicuramente le trade di questi ultimi - rispettivamente novembre e febbraio 2017 - hanno responsabilizzato Devin Booker, e non poco. 

 

Di solito giocatori d'élite così giovani non sono leader della difesa. Essendo i migliori giocatori franchigia, però, sono molto osservati dalle squadre avversarie ed è difficile nascondere le loro debolezze, motivo per cui quello che è stato a chiesto a Booker era molto difficile.

Ma Devin ha risposto alla grande. 

 

Un grosso problema dei suoi primi anni era la sua inabilità nel lottare per passare sui blocchi, costringendo la propria difesa a dover sempre fare uno "show" per coprire il suo ritardo sul palleggiatore. Dando un'occhiata alle statistiche si può osservare come nella scorsa stagione i Suns abbiano pareggiato con Portland come peggior difesa per punti concessi in uscita dai blocchi, con lo 0.91 punti per possesso. Sebbene l'anno di Bledsoe non sia stato il massimo, la scarsa abilita di Booker nel difendere queste situazioni può essere considerata una delle maggiori cause. 

 

 

Sembrava quasi che Booker non avesse la spinta e l'equilibrio necessario per ruotare attorno a grossi bloccanti, come negli esempi di Bogut ed Ariza, e di conseguenza lasciasse troppi tiri aperti ai palleggiatori. 

 

Tuttavia non sempre la difesa di Booker era così, al contrario a volte il ragazzo ha dato ottimi segnali a coach Triano ed allo staff; la chiave di tutto sembra proprio essere quella di dare delle linee guida semplici e chiare al ragazzo, che ricordiamo essere solo al terzo anno in NBA, soprattutto sulla gestione difensiva dei pick and roll. 

 

 

 

 

Lo scorso anno Booker semplicemente inseguiva il palleggiatore fino a stamparsi sul blocco e ad arrendersi una volta perso il contatto col palleggiatore. 

 

 

 

 

Quest'anno, al contrario, difende sui blocchi in maniera diversa.

In particolare saltando dietro il blocco non appena l'attaccante ha scelto il lato. Nel video sottostante, possiamo osservare come Tony Parker prenda il blocco e Booker sia in grado di mantenere il contatto senza bisogno di aiuto grazie a quel piccolo saltino ancora prima che il bloccante riesca a prendere contatto. 

 

Questo accorgimento aiuta Booker a rimanere in partita ed il fatto che i playmaker avversari non riescano a prendere vantaggio da un blocco centrale ha un enorme impatto sul gioco difensivo di Phoenix. 

 

 

I Suns sono comunque quartultimi nella Lega per efficienza difensiva "contro" i blocchi, permettendo 0.90 punti per possesso; ma dal ritorno di Booker, sette partite fa, il quintetto base ha fatto molto meglio in difesa, concedendo 5.4 punti in meno per 100 possessi.

 

Come giocatore ha sicuramente un grande impatto numerico anche se si parla di palle perse, ma le sue migliorate abilità difensive, unite alla spiccata propensione nel rubare palloni, porteranno sicuramente vantaggi ai Suns, che potranno quindi sfruttare a pieno le abilità in attacco del giovane portatore di palla.

Un ulteriore passo avanti per il gioco di Booker sarà quello di eseguire letture più semplici del gioco ed aumentare la massa muscolare, fattori che offrirebbero a Phoenix uno spunto per provare ad arrivare nelle zone alte della classifica nei prossimi anni. 

 

Fino ad ora Devin ha dimostrato di poter svolgere il suo compito difensivo ed ha mostrato come il suo talento possa aiutare i Suns a segnare dei punti nonostante il roster privo di All-Star.

 

Ai tifosi non resta che riporre fiducia nelle abilità del giovane ragazzo del Michigan. 

 

 

© Bright Side of the Sun 

Quella di Bright Side of the Sun è una redazione dell’Arizona dedicata alla franchigia NBA di Phoenix e in collaborazione con Around the Game da giugno 2017. Questo articolo, scritto da Brendon Kleen e tradotto in italiano dalla nostra redazione, è stato pubblicato in data 11 gennaio 2018. 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG sono dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese da internet e quindi considerate di libero utilizzo, soprattutto nel caso in cui appartenenti alle testate in collaborazione con il nostro progetto. Se un'immagine o un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com