Guida alla Free Agency 2018

 

 

Il salary cap per la stagione 2018-19 è fissato a 101 milioni; la luxury tax scatta a 123 milioni.

La maggior parte delle squadre NBA è in qualche modo - e temporaneamente - bloccata dalla propria situazione salariale. Il contratto che Lou Williams ha firmato qualche mese fa (24 milioni per 3 anni) la dice lunga su quello che nel futuro prossimo - e quest'estate in particolare - aspetta i giocatori, superstar escluse.

 

Essendo al di sopra del cap molte squadre in estate non potranno offrire più della mid-level exception (8.6 milioni per le non tax payers e poco più di 5 per chi è al di sopra del limite), e la classe media dei giocatori NBA ne farà le spese. Qualche giorno fa un agente di giocatori ha dichiarato di aspettarsi di vivere la free agency più difficile e povera della propria carriera e di vedere svariati colleghi licenziati come conseguenza di una situazione che porterà malcontento tra i giocatori.

 

Molte delle squadre sopra la soglia della luxury proveranno a trovare modi per scendere al di sotto del tetto o quanto meno a tagliare gli stipendi meno necessari, con alcune franchigie disponibili ad accollarsi contratti scomodi in cambio di scelte future. Sacramento, Chicago e Phoenix guidano la fila.

 

Ci sono giocatori che firmeranno contratti brevi e proveranno a scommettere su se stessi e ce ne saranno altri semplicemente sottopagati (nella prospettiva comunque di multimilionari che giocano a basket).

 

A partire dalle sei e un minuto di domani mattina ora italiana la free agency inizierà e le squadre saranno libere di parlare con i giocatori (anche se i contratti degli unrestricted free agents non potranno essere firmati fino al 6 luglio).

 

Ecco un riassunto di come le 30 franchigie NBA, partendo da quelle della Western Conference, arrivano a questo momento della stagione.

 

 

 

Alla voce Salary Cap abbiamo fatto riferimento al possibile massimo spazio salariale che potrebbe avere ogni squadra qualora rinunciasse ai diritti su tutti i propri free agents facendone così cadere il cap hold.

 

 

 


DALLAS MAVERICKS

 

Unrestricted Free Agents: Seth Curry, Nerlens Noel, Dirk Nowitzki, Doug McDermott, Salah Mejri.

 

Restricted Free Agents: Yogi Ferrell, Aaron Harrison.

 

SALARY CAP: 31.8 M

 

NEWS: Matthews ha esercitato la propria player option da 18 milioni e resterà a Dallas ancora per un anno. I Mavs hanno presentato la qualifying offer a Mejri e Ferrell ma non a McDermott, trasformandolo così da RFA a UFA. Potrebbero comunque rifirmarlo a cifre più basse, ma intanto hanno rimosso dai libri il suo cap hold da 10 milioni. Nowitzki ha una team option da 5 milioni che non è stata esercitata per creare spazio disponibile per l'imminente arrivo di DeAndre Jordan.

 

OBIETTIVI: DeAndre occuperebbe quasi tutto lo spazio salariale a disposizione (tra i 28 e i 30 milioni). A Dirk Nowitzki verrà offerto un biennale da 9 milioni su cui, ovviamente, c'è già l'intesa da entrambe le parti. Al tedesco va più che bene rinunciare a 600'000 dollari per consentire lo sbarco a Dallas di DJ con qualche anno di ritardo. In caso di arrivo di DeAndre, si tratterà di puntellare un roster per la maggior parte fatto. Aaron Gordon e DeMarcus Cousins erano stati in precedenza accostati ai Mavs.

 

 

 

DENVER NUGGETS

 

UFA: Will Barton, Devin Harris, Richard Jefferson.

 

RFA: Nikola Jokic.

 

SALARY CAP: - 4.8 M

 

NEWS: Chandler ha esercitato la sua player option da 12 milioni. Jokic invece punta ad un max contract da 146.5 milioni, dopo che non è stata esercitata la team option (1.6 M) da Denver. Le cose sono fatte, resta da determinare se ci sarà o meno una player option dopo il quarto anno nel contratto.

 

OBIETTIVI: Non avendo spazio disponibile, l'unica possibilità in free agency per Denver è utilizzare la Tax Exception da 5.3 milioni. Dopo la firma di Jokic i Nuggets entreranno abbondantemente nella luxury tax area e per questo proveranno a scambiare Faried, Arthur e Chandler, contratti in scadenza con un complessivo valore di 34 milioni.

 

 

 

GOLDEN STATE WARRIORS

 

UFA: Kevin Durant, Omri Casspi, Kevon Looney, Nick Young, JaVale McGee, David West, Zaza Pachulia.

 

RFA: Patrick McCaw.

 

SALARY CAP: -2.6 M

 

NEWS: Il GM Myers darà a Durant il contratto che vuole, KD tratterà solo con i Warriors. Patrick McCaw ha ricevuto la sua QO.

 

OBIETTIVI: La firma di KD è certa, quindi i Warriors devono solo decidere come riformare il supporting cast. Il front office di Golden State farà il proprio tentativo per DeAndre Jordan, potendo però disporre soltanto di una midlevel exception da 5.3 milioni. Accostati ai campioni in carica, nelle ultime settimane, i nomi di Jamal Crawford e Dwight Howard. 

 

 

 

 

HOUSTON ROCKETS

 

UFA: Chris Paul, Trevor Ariza, Tarik Black, Joe Johnson, Gerald Green, Luc Mbah a Moute.

 

RFA: Clint Capela.

 

SALARY CAP: 21.9 M

 

NEWS: I Rockets come prime mosse di mercato si sono assicurati di avere Mike D'Antoni come head coach fino al 2020 e quasi sicuramente Chris Paul con un accordo di diversi anni - quattro o cinque?

 

OBIETTIVI: Houston cercherà di rinforzare ulteriormente la squadra che quest'anno ha sfiorato l'eliminazione dei Golden State Warriors, ma non avrà, dopo la firma di CP3, elasticità dal punto di vista salariale. Cedere Ryan Anderson e liberarsi del suo contratto (42 milioni nelle prossime due stagioni) sarebbe fondamentale per Daryl Morey, che dovrà probabilmente prendere delle decisioni su una restricted free agency di Clint Capela ancora da decifrare. Intanto il front office ha fissato degli incontri con Gerald Green, ma il giocatore ha molti estimatori in NBA dopo l'ultima stagione e potrebbe firmare per un'altra squadra. 

 

 

 

LOS ANGELES CLIPPERS

 

UFA: Avery Bradley, DeAndre Jordan,

 

RFA: Milos Teodosic, Montrezl Harrell.

 

SALARY CAP: 10.8 M

 

NEWS: Teodosic esercita la player option da 6 milioni, ma pare che difficilmente giocherà a LA nella prossima stagione. Avery Bradley, in uscita, è un obiettivo per Memphis. La trade Rivers-Gortat ha lasciato intuire l'imminente partenza di DeAndre Jordan (direzione Dallas): DJ, centro titolare della squadra da otto stagioni, ha infatti deciso di non esercitare la player option (24.1 milioni). 

 

OBIETTIVI: Per sostituire DeAndre i Clippers hanno "sacrificato" Rivers, la cui partenza - insieme a quella di Avery Bradley - lascia un vuoto nello spot di point/shooting guard, che potrà essere colmato dalle due scelte al Draft Shai Gilgeous-Alexander (n.11) e Jerome Robinson (n.13). La direzione era e rimane quella della rifondazione senza misure drastiche (leggere: tanking), ma ad una squadra che in 12 mesi ha perso Chris Paul, Blake Griffin e DeAndre Jordan serve ora un nuovo punto di partenza. Con molti contratti in scadenza e il più-che-appetibile triennale da 24 milioni di Lou Williams, i Clippers avranno margine di manovra. 

 

 

 

LOS ANGELES LAKERS

 

UFA: Kentavious Caldwell-Pope, Brook Lopez, Channing Frye, Isaiah Thomas.

 

RFA: Julius Randle, Travis Wear.

 

SALARY CAP: 61.8 M

 

NEWS: I Lakers hanno presentato la QO a Randle, che naturalmente non accetterà. Il giocatore cerca un contratto da circa 15 milioni. Magic ha dichiarato che non dovesse riuscire tra quest'estate e la prossima a portare a Los Angeles i free agents che ha in mente si farebbe da parte.

 

OBIETTIVI: I Lakers sono l'unica squadra in grado di offrire due max contract. Obiettivi primari LeBron e Paul George, con la trade per Kawhi Leonard che rimane sullo sfondo. Il rinnovo di Randle sembra un piano B, qualora le cose andassero male.

 

 

 

MEMPHIS GRIZZLIES

 

UFA: Tyreke Evans, Mario Chalmers.

 

RFA: -

 

SALARY CAP: -4 M

 

NEWS: Memphis è alla ricerca di partner per scaricare il contratto di Parsons.

 

OBIETTIVI: Questa free agency sarà particolarmente tranquilla per i Grizzlies, che si concentreranno maggiormente sui giovani, essendo impossibilitati a firmare giocatori per via del cap intasato. Potrebbe essere giunto il momento dell'addio per almeno uno tra Gasol e Conley, ma a Memphis le cose si muovono sempre molto lentamente.

 

 

 

MINNESOTA TIMBERWOLVES

 

UFA: Jamal Crawford, Aaron Brooks, Derrick Rose.

 

RFA: Nemanja Bjelica, Amile Jefferson.

 

SALARY CAP: - 15.3 M

 

NEWS: Crawford ha già rinunciato alla sua player option e sembra che su di lui ci siano i Warriors.

 

OBIETTIVI: L'estensione di Karl-Anthony Towns è una priorità (recentemente ci sono state voci che vorrebbero Towns non così convinto del proprio futuro in Minnesota e non particolarmente contento del suo rapporto con Thibodeau). Cercare di liberare spazio salariale, provando a tradare Gorgui Dieng (15 milioni) e Taj Gibson (14 milioni), un'altra. Anche perchè altrimenti rinnovare Bjelica potrebbe portare Minnesota in zona luxury tax. Non è escluso un ritorno di D-Rose.

 

 

 

NEW ORLEANS PELICANS

 

UFA: DeMarcus Cousins, Rajon Rondo, Jordan Crawford, Ian Clark.

 

RFA: -

 

SALARY CAP: 0.6 M

 

NEWS: Shavon Shields dopo gli incredibili Playoff con Trento farà parte del roster per la Summer League.

 

OBIETTIVI: Tenere sia Rondo che Cousins sembra complicato. La permanenza di Rajon ai Pelicans è probabile, mentre la situazione di DeMarcus è molto incerta: "nessuno, inclusa New Orleans, sa cosa fare" - ha riferito Zach Lowe di ESPN. In ogni caso i Pelicans cercheranno di liberarsi del contratto di Solomon Hill (26 milioni per due anni) che scadrà insieme a quello di Anthony Davis nel 2020; possiedono tutte le proprie future pick al Draft e potrebbero essere disposti a cedere una scelta in un'eventuale trade.

 

 

 

OKLAHOMA CITY THUNDER

 

UFA: Paul George, Corey Brewer, Raymond Felton, Jerami Grant, Nick Collison.

 

RFA: Josh Huestis.

 

SALARY CAP: - 15 M

 

NEWS: Carmelo ha esercitato la player option per un altro anno a 27.9 milioni. Opt out invece per Paul George, unrestricted free agent a partire dalla mezzanotte.

 

OBIETTIVI: L'unica priorità è firmare Paul George, andando inevitabilmente in Luxury. PG potrebbe firmare un 2+1 (e non un quadriennale) con OKC per affrontare la prossima free agency nel 2020, al decimo anno in NBA - e dunque pronto a percepire il massimo salariale - ma senza aver superato i 30 anni di età. La scelta di George determinerà le strategie di Sam Presti dal 6 luglio in avanti. Intanto Willie Reed ha svolto un workout privato coi Thunder insieme a Raymond Felton.

 

 

 

PHOENIX SUNS

 

UFA: Alex Len, Elfrid Payton.

 

RFA: -

 

SALARY CAP: 21.2 M

 

NEWS: Phoenix non ha nessun interesse, né tecnico né economico, nell'offrire un contratto a Len e Payton.

 

OBIETTIVI: L'estensione contrattuale di Booker è la prima priorità. Dopo di che il GM Ryan McDonough cercherà di affiancare ai molti giovani talentuosi presenti nel roster i giocatori giusti per favorirne la crescita. Fred VanVleet sembra essere un obiettivo. I Suns potrebbero essere disponibili ad acquisire da altre franchigie un contratto pesante, avendo a disposizione lo spazio per poterlo assorbire; e possono disturbare non poco la gestione della restricted free agency di alcune squadre grazie al proprio spazio salariale.

 

 

 

PORTLAND TRAILBLAZERS

 

UFA: Ed Davis, Shabazz Napier, Pat Connaughton

 

RFA: Jusuf Nurkic.

 

SALARY CAP: - 12.5 M

 

NEWS: Nurkic, a differenza di Napier, ha ricevuto la sua QO.

 

OBIETTIVI: Portland ha un salary cap decisamente intasato, non solo per quest'anno ma anche per il prossimo, e spera di riuscire a confermare Nurkic, restricted free agent. Il centro bosniaco vorrebbe ottenere più di un mid-level ma non sembrano esserci molte squadre pronte ad offrirgli quei soldi. I Blazers proveranno a muoversi sul mercato delle trade per sbloccare la propria situazione, ma non dispongono di contratti interessanti né di scelte future di valore: tradare uno tra Lillard e McCollum, o eventualmente Nurkic se riuscissero a ri-firmarlo, potrebbe essere l'unica via percorribile. 

 

 

 

SACRAMENTO KINGS 

 

UFA: Vince Carter, Bruno Caboclo

 

RFA: -

 

SALARY CAP: 19 M

 

NEWS: Shumpert ha già esercitato la player option da 11 milioni e Garrett Temple la sua da 8. Koufos si è accodato. Saranno tutti free agent l'anno prossimo.

 

OBIETTIVI: Assorbire contratti pesanti in cambio di scelte. I Kings hanno spazio salariale - non solo quest'anno, ma anche il prossimo con soli 8 milioni garantiti (quelli di Bogdan Bogdanovic). Tra i nomi circolati negli ultimi giorni sembra che Sacramento stia seguendo con particolare attenzione due free agent: Jabari Parker e Zach LaVine. 

 

 

 

SAN ANTONIO SPURS

 

UFA: Rudy Gay, Joffrey Lauvergne, Tony Parker.

 

RFA: Davis Bertans, Kyle Anderson, Bryan Forbes.

 

SALARY CAP: 9 M

 

NEWS: Danny Green ha esercitato la sua player option da 10 milioni, mentre Rudy Gay e Lauvergne sono usciti dal contratto. Sul fronte Leonard, rispetto a quello che si diceva qualche giorno fa, gli Spurs non hanno per ora chiuso le porte all'idea di poterlo cedere all'interno della Western Conference.

 

OBIETTIVI: Uscire con un pacchetto soddisfacente dalla cessione via trade di Kawhi Leonard. Insieme a lui potrebbe essere spedito altrove Patty Mills (37 milioni fino al 2021). 

 

 

 

UTAH JAZZ 

 

UFA: Derrick Favors.

 

RFA: Dante Exum, Raul Neto.

 

SALARY CAP: 11.6

 

NEWS: Favors è molto felice ai Jazz ma nonostante questo farà visita ad alcuni team prima di prendere una decisione. Vuole provare l'esperienza della free agency per la prima volta in carriera.

 

OBIETTIVI: Confermare Favors ed Exum. Se il primo è padrone del proprio destino, sul secondo Utah ha diritto all'ultima parola. Le incognite sul suo sviluppo futuro e la povertà del mercato di quest'anno probabilmente permetteranno ai Jazz di tenere l'australiano senza doversi svenare. Utah puntellerà il roster con le sue exception, proteggendo la futura flessibilità del monte salari.

 

 

 

 

ATLANTA HAWKS

 

UFA: Malcolm Delaney, Josh Magette, Damion Lee

RFA: -

 

SALARY CAP: 29.1 M

 

NEWS: Dedmon e Muscala hanno deciso di esercitare le proprie player option. Guadagneranno rispettivamente 7 e 5 milioni circa per un altro anno.

 

OBIETTIVI: Atlanta non punta ad essere competitiva nell'immediato e potrebbe fare da trade partner a una delle squadre desiderose di cedere contratti ingombranti in cambio di scelte future.

 

 

 

BOSTON CELTICS

 

UFA: Greg Monroe, Aaron Baynes, Shane Larkin.

RFA: Marcus Smart, Jabari Bird, Jonathan Gibson.

 

SALARY CAP: -7.2 M

 

NEWS: LeBron può arrivare a Boston praticamente solo all'interno di un sign and trade che coinvolga uno tra Irving ed Hayward. Improbabile. Bill Simmons ha immaginato una trade a tre che mandi Kyrie a New York (risolvendo in anticipo il problema della free agency 2019) e porti James in Massachusetts. Pare che Aaron Baynes farebbe carte false pur di rimanere un Celtic: il matrimonio potrebbe tranquillamente continuare.

 

OBIETTIVI: Danny Ainge vuole portare dei titoli al Garden, costi quel che costi. Prevedere le mosse di un simile trasformista non è semplice, ma Boston grazie ai propri asset è al momento la squadra che ha più da offrire nell'intera NBA all'interno di una trade. Lo spazio salariale non esiste e bisognerà vedere quale sarà la decisione della dirigenza su Smart. La particolare situazione salariale della Lega renderà difficile per la guardia di Boston ricevere offerte attorno ai 10-12 milioni annui a cui lui punta. Smart potrebbe decidere di scommettere su se stesso e firmare la qualifying offer da 6 milioni diventando UFA nel 2019, sempre che non trovi un accordo con la propria attuale squadra (anche per essere poi eventualmente scambiato). Aggiunte per allungare il roster avverranno usando la mid-level exception e a stagione in corso.

 

 

 

BROOKLYN NETS

 

UFA: Nick Stauskas, Dante Cunningham, Quincy Acy, Joe Harris.

RFA: Jahlil Okafor.

 

SALARY CAP: 8.8M

 

NEWS: Con la trade che ha portato a Brooklyn Dwight Howard, Sean Marks si è assicurato di avere lo spazio salariale nel 2019 per offrire due max contract. L'ex giocatore degli Hornets dal canto suo verosimilmente non giocherà mai una partita per la franchigia che ne ha appena acquisito i diritti. Un accordo per il buyout è imminente.

 

OBIETTIVI: Brooklyn può continuare a giocare con il proprio spazio salariale futuro a seconda delle proprie convenienze e venendo anche incontro a squadre desiderose di alleggerire il proprio monte salariale laddove fosse possibile. Marks e il suo staff cercheranno poi di proseguire nella scoperta e valorizzazione di giocatori internazionali o non pienamente sviluppati, sperando di cavarne qualcosa di buono in futuro; un lavoro di sviluppo che negli ultimi anni ha dato risultati sorprendenti.

 

 

 

CHARLOTTE HORNETS

 

UFA: MIchael Carter-Williams, Julian Stone, Treveon Graham, Marcus Paige.

RFA: -

 

SALARY CAP: -10.7 M

 

NEWS: La trade con Brooklyn conferma come Charlotte punti a una totale ripartenza spalmata nel tempo. Bisognerà aspettare il 2020 e la scadenza della maggior parte degli orrendi contratti che la franchigia si porta dietro per vedere se una (ri)nascita è possibile.

Kupchak e Mozgov si sono riunti. Se non è amore questo.

 

OBIETTIVI: Charlotte ha poco da offrire e meno per cui competere, almeno allo stato attuale. Solo una o più trade possono sbloccare la situazione. Come molte altre squadre, a meno di stravolgimenti nel roster gli Hornets avranno a disposizione la mid-level exception e poco altro.

 

 

 

CHICAGO BULLS

 

UFA: -

RFA: Zach LaVine, Noah Vonleh, Davis Nwaba, Ryan Arcidiacono.

 

SALARY CAP: 39.5 M

 

NEWS: I Bulls rinunceranno probabilmente ai diritti su Vonleh rendendolo un UFA. Vorrebbero offrire a LaVine meno di quanto lui chieda e Sacramento potrebbe fare un'offerta al giocatore. Hanno avviato, poi, le trattative per il rinnovo di contratto di Bobby Portis.

 

OBIETTIVI: Trattenere Zach LaVine è il primo obiettivo dei Bulls, che in tal senso sono padroni del proprio destino e sperano di non dover pareggiare un'offerta al massimo salariale. Vederlo cambiare squadra sarebbe una grande sorpresa. Chicago silenziosamente è già riuscita a rimettersi perfettamente o quasi in carreggiata. Hanno e avranno spazio salariale, e nell'attesa di tornare competitivi possono proporsi come trade partner per squadre desiderose di scaricare stipendi.

 

 

 

CLEVELAND CAVALIERS

 

UFA: LeBron James, Jose Calderon, Jeff Green.

RFA: Rodney Hood.

 

SALARY CAP: -5.2 M

 

NEWS: Ne avrete presto.

 

OBIETTIVI: Come ogni anno, provare a conquistare il Mondo, se le cose vanno in un modo. Se vanno nell'altro, uscirne con le ossa il meno rotte possibile. Fonti interne avrebbero fatto passare come una vittoria la decisione di LeBron di uscire dal contratto, dicendo che vi fosse invece rimasto dentro sarebbe stato solo per domandare una trade. I Cavs sono interessati a trattenere Rodney Hood, ma al giusto prezzo. E la questione al momento è leggermente in secondo piano.

 

 

 

 

DETROIT PISTONS

 

UFA: Anthony Tolliver, James Ennis, Jameer Nelson.

RFA: -

 

SALARY CAP: -16.9 M

 

NEWS: Il nuovo consulente della squadra e de-facto decision maker Ed Stefanski ha fatto capire che i Pistons staranno nelle retrovie durante le prime ore della free agency e avranno un approccio paziente. Il front office ha interesse nel rifirmare Ennis.

 

OBIETTIVI: Detroit cercherà di limare contratti e di portare a casa qualcosa di buono dal mercato dei free agent usando la mid-level exception, senza comunque entrare in territorio di luxury (su questo punto la proprietà è stata chiara). Proprio questa necessità potrebbe costringerli a rinunciare a Tolliver, un giocatore che Casey avrebbe gradito allenare.

 

 

 

INDIANA PACERS

 

UFA: Lance Stephenson, Joseph Young, Glenn Robinson III, Trevor Booker.

RFA: -

 

SALARY CAP: 14.1 M

 

NEWS: Thaddeus Young ha ovviamente scelto di rimanere nel proprio contratto. Avesse deciso diversamente, Indiana avrebbe potuto liberare fino a 35 milioni di spazio salariale rinunciando anche alla team option presente nel contratto di Bogdanovic. Rimarranno invece tutti e due in maglia Pacers.

 

OBIETTIVI: Indiana ha una buona base e un'ottima situazione salariale guardando al futuro. Will Barton e Tyreke Evans (a cui altre squadre interessate non potranno offrire più che la midl-evel exception) pare siano in cima alla lista degli obiettivi. Il contratto di Jefferson (10 milioni) non è interamente garantito e il vecchio Al è a rischio taglio.

 

 

 

MIAMI HEAT

 

UFA: Wayne Ellington, Udonis Haslem, Dwyane Wade, Luke Babbitt, Jordan Mickey.

RFA: Derrick Jones Jr.

 

SALARY CAP: -19.4 M

 

NEWS: Vista la situazione salariale, l'unica possibilità per Miami di arrivare a LeBron sarebbe attraverso un sign and trade, e la decisione del Re di uscire dal proprio contratto sostanzialmente azzera le chance di Pat Riley.

 

OBIETTIVI: Posto che sarebbe importante per ambiente e giovani avere attorno icone come Wade e Haslem, a disposizione allo stato attuale ci sono solo le exception. Miami cercherà di tagliare salari e se liberarsi del contratto di Tyler Johnson appare quasi impossibile, a parte forse Josh Richardson nessun altro è intoccabile, anzi. Whiteside in primis.

 

 

 

MILWAUKEE BUCKS

 

UFA: Jason Terry, Shabazz Muhammad.

RFA: Jabari Parker.

 

SALARY CAP: -2.5 M

 

NEWS: Sacramento sembra essere seriamente interessata a Jabari Parker.

 

OBIETTIVI: Considerando i complessi incastri salariali legati ai rinnovi che attendono i Bucks nei prossimi due anni, probabilmente Milwaukee deve trattenere Jabari Parker, costi quel che costi o quasi, per poi piuttosto cederlo in futuro. Ma i Bucks non sono una franchigia abituata ad avventurarsi in territorio di luxury tax, e le posizioni su Jabari all'interno dell'organizzazione tendono a divergere.

 

 

 

 

NEW YORK KNICKS

 

UFA: Kyle O'Quinn, Jarrett Jack, Michael Beasley.

RFA: Luke Cornet, Isaiah Hicks.

 

SALARY CAP: 3.7 M

 

NEWS: Enes Kanter ha esercitato l'opzione da 18.6 milioni valida per il prossimo anno. La decisione del turco (attesa - i Knicks non avrebbero avuto interesse a rifirmarlo in caso fosse uscito dal contratto) azzera lo spazio salariale a disposizione della franchigia di James Dolan.

 

OBIETTIVI: I Knicks non hanno intenzione di offrire contratti a lunga scadenza durante questa free agency e faranno di tutto per liberarsi da quelli più lunghi ereditati dalla gestione Jackson. Noah e Lee non faranno parte del futuro della squadra e saranno tagliati se non si riuscirà a cederli. Kyle O'Quinn e Michael Beasley (idolo della folla della Grande Mela) probabilmente porteranno i loro talenti in altri lidi.

 

 

 

ORLANDO MAGIC

 

UFA: Shelvin Mack, Mario Hezonja, Arron Afflalo, Marreese Speights, Jamel Artis.

RFA: Aaron Gordon.

 

SALARY CAP: 15.2 M

 

NEWS: Orlando ha deciso di tagliare Shelvin Mack, il cui contratto da 6 milioni stava per diventare interamente garantito.

 

OBIETTIVI: Trattenere Aaron Gordon pagandolo il massimo salariale probabilmente per Orlando sarebbe una sconfitta più di quanto lo può essere perderlo senza ottenere nulla in cambio. Vedremo che decisione prenderà la dirigenza di Orlando e come si muoverà il GM Hammond dopo un anno intero alla guida della franchigia. Al giusto prezzo Hezonja è un giocatore che Orlando non disdegnerebbe riavere, ma si tratta di un unrestricted free agent.

 

 

 

PHILADELPHIA 76ERS

 

UFA: JJ Redick, Amir Johnson, Marco Belinelli, Ersan Ilyasova.

RFA: -

 

SALARY CAP: 30.5 M

 

NEWS: Pare che per assegnare la posizione di GM i Sixers non abbiano particolare fretta e sceglieranno una soluzione interna. Intanto sui media americani la pista che vede LeBron prossimo a unirsi alla truppa di Brett Brown si è notevolmente raffreddata.

 

OBIETTIVI: Aggiungere una superstar ora per non rischiare di ritrovarsi poi con il cerino in mano. Posto che il talento è persino in esubero, un momento simile per i Sixers potrebbe non tornare, a causa dei rinnovi contrattuali che andranno messi in atto nei prossimi anni. Phila proverà poi a rifirmare JJ Redick e forse qualcun altro dei propri veterani in uscita, a cifre contenute; e tenterà di completare la panchina con le restanti disponibilità salariali. Belinelli, lo ha deto lui stesso, prolungherebbe molto volentieri la propria permanenza ai Sixers.

 

 

 

TORONTO RAPTORS

 

UFA: Lorenzo Brown.

RFA: Fred VanVleet, Lucas Nogueira, Malcolm Miller.

 

SALARY CAP: -26.6 M

 

NEWS: Il cambio in panchina porterà Toronto a proseguire nella ricerca di un gioco fortemente basato sul tiro da tre punti e sull'allargare il campo. Alcuni giocatori del roster attuale potrebbero anche venire messi in discussione se non funzionassero all'interno di un simile sistema.

 

OBIETTIVI: Rifirmare VanVleet è la priorità dei Raptors, ma potrebbe costare molto caro a una squadra che si troverà nel territorio della luxury tax. Toronto non avrà nient'altro da offrire che la taxpayer mid-level exception da 5,2 milioni di dollari ai free agents in uscita da altre squadre. Il contratto di Norman Powell al momento per Toronto rappresenta un problema.

 

 

 

WASHINGTON WIZARDS

 

UFA: TIm Frazier, Mike Scott, Ty Lawson, Chris McCullough, Ramon Sessions.

RFA: -

 

SALARY CAP: -25.6 M

 

NEWS: Washington ha ceduto Gortat ai Clippers in cambio di Austin Rivers. Tra i propri free agents, pare che una priorità sia rifirmare Mike Scott.

 

OBIETTIVI: Evitare la luxury tax sembra molto difficile. Washington cercherà sul mercato dei veterani NBA un lungo da pagare con la mid-level exception. Tentativi per un restyling importante non sono da escludersi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com