5 point guard che potrebbero approdare ai Lakers

January 15, 2020

 

© Fadeaway World

 

 

 

Sembra che i Lakers siano tornati e che siano pronti per guidare la Lega. Dopo un'offseason che li ha visti firmare Anthony Davis e dopo una prima metà (quasi) di Regular Season con sole 7 sconfitte, molte persone li vedono come la squadra da battere.

 

Prima a Ovest con 33 vittorie in 40 partite, la franchigia gialloviola è riuscita a dominare grazie alle giocate di LeBron e AD. Il Re sta giocando un'altra stagione incredibile: 25.5 punti, 7.8 rimbalzi e 10.7 assist a partita. E Davis non è da meno: 27.1 punti, 9.4 rimbalzi e 2.6 stoppate ad allacciata di scarpe.

 

Nonostante questa strepitosa partenza, ci sono alcune cose che i Lakers devono sistemare se davvero vogliono essere la squadra da battere. Invece che firmare veterani, la franchigia di Los Angeles a luglio ha voluto aspettare Kawhi - comprensibilmente - e questa decisione li ha portati a mettere sotto contratto Quinn Cook e Troy Daniels invece che, ad esempio, JJ Redick e Bojan Bogdanovic.

 

Quello di cui hanno bisogno i Lakers in questo momento è sicuramente una point guard. Per quanto visto finora, infatti, Cook e Rondo non bastano per affiancare King James in cabina di regia. A questo punto dell'anno, a poche settimane dalla trade deadline, ci sono alcune scelte, per loro. Abbiamo deciso di prenderne in considerazione cinque.

 

 

Darren Collison

 

Collison ha fatto una scelta che ha preso tutti di sorpresa, trattandosi di un giocatore che molte franchigie avevano preso in considerazione... prima che decidesse di ritirarsi. La sua carriera, però, potrebbe presto cambiare, visto anche che l'ex Indiana ha espresso il suo desiderio di tornare in NBA.

 

L'innesto di Collison vorrebbe dire avere un giocatore capace allo stesso tempo di tirare e difendere: esattamente quello che serve a coach Vogel. Un giocatore da prendere in considerazione con un basso tasso di rischio e alte possibilità di successo.

 

 

Jeremy Lin

 

E' finita sette anni fa l'avventura di Lin con i Knicks. Dopo il periodo della "Linsanity", il giocatore di Taiwan non è riuscito a confermarsi, cambiando diverse volte squadra. Nella scorsa offseason ha deciso di andare a giocare in Cina, ai Beijing Ducks, dove sta giocando come una superstar: 24.9 punti, 6 rimbalzi e 5.7 assist per partita.

 

In maglia Lakers, l'ex Knicks potrebbe dimostrare di essere all'altezza di una squadra che punta a vincere, grazie anche alla sua conoscenza del gioco e alla familiarità con l'ambiente. E' un giocatore che non costerebbe troppo e che potrebbe valere la pena firmare.

 

 

DJ Augustin

 

Dopo aver girovagato per la Lega, Augustin sembra aver trovato la sua dimensione a Orlando. Questa stagione non è molto positiva per lui, anche a causa del fatto che l'attacco dei Magic non è uno dei migliori per un giocatore con le sue caratteristiche, ma lo scorso hanno tirava con il 42% da tre e segnava 11 punti di media a partita.

 

Una potenziale trade per portare il giocatore di Orlando a Los Angeles potrebbe coinvolgere Talen Horton-Tucker (e altro, visto che Augustin guadagna quasi $7M in più della giovane guardia). Lo scambio darebbe ai Lakers ciò di cui hanno bisogno e ai Magic un giocatore di prospettiva come Tucker. Potrebbe funzionare.

 

 

Derrick Rose

 

La carriera di Rose non sarebbe sicuramente stata questa, se non fosse stato vittima di tutti gli infortuni che tutti conosciamo. Ma per lui ci potrebbe essere un'altra occasione per vincere il titolo.

 

FOTO: © TMZ Sports

 

 

Dopo un'annata da 18 punti a partita con i Timberwolves nel 2018/19, in questa stagione finora ha replicato cifre simili A Detroit e questo permetterebbe ai Pistons di avere una buona contropartita in caso di trade. Un'eventuale trade coinvolgerebbe probabilmente Rondo, Horton Tucker e qualche scelta.

 

D-Rose garantirebbe punti in attacco dalla panchina e una combo Rose-Kuzma non sarebbe affatto male nella second unit per i giallo-viola. L'arrivo di Horton Tucker, oltre ai possibili giovani da selezionare al draft, significherebbe acquisire qualcosa su cui lavorare in prospettiva per Detroit - squadra che sembra prossima al "reset", viste anche le voci di mercato che circondano Andre Drummond.

 

 

Dennis Schroder

 

Schroder e i Thunder hanno superato le aspettative e adesso OKC si trova settima a Ovest. La franchigia sarebbe disposta a coinvolgere qualsiasi giocatore in una trade, ad eccezion fatta di Shai Gilgeous-Alexander, e i Lakers potrebbero approfittare di questa situazione.

 

Una potenziale trade con i Thunder sarebbe simile a quella con i Pistons per Rose. I gialloviola otterrebbero uno scorer affidabile dalla panchina e un possibile partner di Kuzma per guidare la second unit. La possibilità di scegliere altri giocatori al draft permetterebbe invece ai Thunder di aumentare le possibilità di trovare dei giocatori su cui puntare.

 

Schroder sarebbe una risorsa molto importante per LeBron e compagni, ma questa trade non sembra affatto semplice da portare a termine a causa delle scarse contropartite che possono offrire i Lakers, considerando i 15 milioni di dollari annui che percepirà la point guard tedesca di qui a luglio 2021.

 

 

 

 

 

 

 

© Fadeaway World

 

Questo articolo, scritto da Amadou Sow per Fadeaway World e tradotto in italiano da Marco Romeri per Around the Game, è stato pubblicato in data 5 gennaio 2020.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com