I possibili protagonisti della trade deadline

January 7, 2020

 

© Fadeaway World

 

 

 

Finora non ci sono state molte trade in questa stagione, anzi, ma a giudicare da quello che abbiamo visto finora in Regular Season, questa situazione cambierà sicuramente nelle prossime settimane.

 

Alla trade deadline non manca molto e i General Manager lavoreranno 24 ore su 24 per riuscire a chiudere qualche accordo prima che sia troppo tardi. Ma, durante questa stagione, chi potrebbe cambiare franchigia? Ci sono una manciata di stelle e giocatori di ruolo che finiranno sicuramente la stagione indossando una maglia diversa.

 

Abbiamo individuato 28 possibili candidati.

 

 

 

28. Chandler Parsons

 

L'incubo di Parsons è finalmente destinato a finire, visto che il suo contratto scadrà a fine stagione ed è improbabile che si presenti un'altra possibilità di giocare in NBA. Purtroppo gli infortuni hanno crivellato la carriera del (un tempo) promettente giocatore nato in Florida, dato che non è riuscito a mantenersi in salute dopo aver firmato un consistente contratto con i Grizzlies nel 2016.

 

 

 

27. Dewayne Dedmon

 

Dedmon non ha avuto il ruolo che si aspettava con i Kings. Ha avuto una grande stagione con gli Hawks e nel migliore dei casi sembrava una solida riserva, ma ha faticato a trovare minuti quest’anno e ha anche chiesto pubblicamente di essere scambiato. Vuole solo giocare, anche se non per una contendente al titolo.

 

 

 

26. Courtney Lee

 

Courtney Lee è ben lontano dall’essere il giocatore da 3&D dei vecchi tempi, ma il suo contratto ha ancora valore in ambito di trade. Non aiuterà una contendente e forse il suo tempo nella Lega sta volgendo al termine, visto che in questa stagione ha a malapena visto il parquet, ma questo non significa che non possa ancora aiutare i Mavs a ottenere qualcosa da chi interessato al suo contratto in scadenza.

 

 

 

25. Dennis Smith Jr

 

DSJ non voleva essere scambiato ai Knicks e ha avuto un inizio d'anno piuttosto difficile. Ha perso un po' di tempo con problemi personali, ma da quando è tornato non ha certamente brillato. I rumors parlano di una sua voglia di cambiamento d’aria e, data la sua gioventù e il suo talento, ci sarà sicuramente mercato attorno lui.

 

 

 

24. Kent Bazemore

 

Bazemore è un solido 3&D player, ma non ha molte opportunità di dimostrare il suo valore con i Blazers in questa stagione, anche se hanno lottato internamente con gli infortuni. Il suo contratto è un'arma in ambito di trade, dato che diventerà free agent a fine stagione, quindi i Blazers potrebbero provare a usarlo per acquisire Kevin Love.

 

 

 

23. Jae Crowder

 

Jae Crowder si è guadagnato da vivere in questa Lega grazie alla sua solida difesa e alle sue buone capacità da tre punti. Tuttavia, è difficile che sia realmente motivato a giocare in difesa in una squadra come i Grizzlies, che non stanno cercando di vincere alcuna partita e che stanno già guardando al prossimo Draft. Inoltre, Crowder sarà free agent alla fine della stagione.

 

 

 

22. Alec Burks

 

Alec Burks ha avuto la migliore stagione della sua carriera uscendo dalla panchina dei Golden State Warriors, questo perché è uno dei pochi giocatori che può creare da solo un’azione d’attacco, segnare dal palleggio e giocare in più di una posizione. Quindi, deve essere scambiato il prima possibile perché non avranno più bisogno di lui una volta che Klay e Steph torneranno a pieno regime.

 

 

 

21. Davis Bertans

 

Davis Bertans sta avendo una stagione incredibile e gli Spurs devono essere dispiaciuti di averlo lasciato andare l'estate scorsa. È stato eccezionale da tre punti e sembra un ragazzo con un futuro brillante nel campionato come sesto uomo. I Wizards sono tutt'altro che in corsa per il titolo e a fine stagione Bertans sarà un free agent, quindi per la franchigia si tratta di una pedina da muovere prima possibile.

 

 

 

20. Derrick Favors

 

L'ex Jazz ha faticato a rimanere in salute anche in questa stagione, ma ha giocato a un ottimo livello quando ne è stato in grado. Favors è una solida opzione offensiva in post e un rimbalzista dominante in entrambe le metà campo. Quest'estate sarà un free agent e molte squadre potrebbero usarlo nei Playoffs come backup grazie alla sua esperienza e alle sue capacità.

 

 

 

19. Marcus Morris

 

Marcus Morris è stato uno dei pochi punti luminosi della stagione dei Knicks, ma deve pentirsi di aver snobbato i San Antonio Spurs per poter giocare al Garden. New York non farà i Playoffs, ma Morris ha messo in mostra le sue capacità e sembra un ragazzo che qualsiasi contendente vorrebbe avere nel proprio roster, soprattutto per la forza con cui gioca.

 

 

 

18. Jeff Teague

 

Teague non è stato all'altezza della sua stagione All-Star e da allora è regredito. Ora gioca per una squadra che non ha alcuna possibilità di arrivare ai Playoffs e che dovrebbe impegnarsi a trovare un giovane playmaker per il suo futuro. Jeff, invece, potrebbe ancora essere un'ottima aggiunta per una squadra da Playoffs che cerca profondità tra le guarde, e lui sarà un free agent alla fine dell'anno.

 

 

 

17. Aaron Gordon

 

Gordon è stato finora una grande delusione in questa stagione. Nella scorsa aveva mostrato un grande miglioramento, ma è regredito anche quest'anno, perché non sembra a suo agio a giocare accanto a Jonathan Isaac. È ancora giovane e potrebbe sbocciare nel giusto sistema offensivo, e sappiamo tutti che è già un difensore solido.

 

 

 

16. Tristan Thompson

 

TT sta avendo una stagione solida con i Cavaliers (anche se la squadra è in difficoltà), soprattutto nella zona difensiva del parquet. È destinato a diventare un unrestricted free agent alla fine della stagione, quindi i Cavs devono scambiarlo subito se vogliono ottenere qualcosa in cambio per aiutare il loro progetto di ricostruzione.

 

 

 

15. Andre Iguodala

 

Andre Iguodala deve ancora giocare per i Grizzlies, ma è improbabile che resti a Memphis. Prima o poi verrà sicuramente scambiato. Ci sono state diverse squadre interessate alla sua difesa e alla sua leadership da veterano, ma, secondo quanto riferito, queste dovranno pagare una prima scelta per averlo.

 

 

 

14. JJ Redick

 

JJ non ha mai mancato i Playoffs in tutta la sua carriera. La sua striscia si concluderà qui o no? I Pelicans sono al completo tra le guardie e Redick sarebbe perfetto per una squadra contendente che ha bisogno di un tiratore. Potrebbe spingere per uno scambio fuori dallo Smoothie King Center, anche se ha firmato con i Pels solo pochi mesi fa.

 

 

 

13. Steven Adams

 

Gli Oklahoma City Thunder sono stati in grado di restare in competizione per un posto nei Playoffs nonostante la cessione di Russell Westbrook e Paul George, ma potrebbero trovarsi a lottare per tenere il passo con la concorrenza a febbraio. Inoltre, stanno cercando di ricostruire e Adams potrebbe portare a giovani giocatori o scelte al draft in cambio, data la sua difesa di prim'ordine nel pitturato.

 

 

 

12. Bogdan Bogdanovic

 

Bogdan è migliorato molto da quando è arrivato nella Lega. È intelligente, versatile e può incidere in diverse posizioni. Inoltre, gli piace mettere in riga i suoi compagni di squadra e potrebbe essere uno starter nella maggior parte delle squadre grazie alla sua capacità di tiro. Inoltre, è destinato a diventare un free agent nel 2020 e probabilmente chiederà molti soldi.

 

 

 

11. Hassan Whiteside

 

Whiteside non è stata la risposta alle preghiere dei Blazers. A Portland cercavano una presenza all’interno dell’area, ma l’ex Miami è stato disattento in difesa, anche se le sue statistiche personali dicono il contrario. Tuttavia, il suo contratto in scadenza potrebbe essere un buon affare, soprattutto con Jusuf Nurkic destinato a tornare a un certo punto della stagione.

 

 

 

10. Serge Ibaka

 

Ibaka si è reinventato nel corso degli anni. Non è più solo un protettore del ferro che vive nel pitturato, perché può anche portare la palla in transizione, segnare dalla distanza e aiutare i compagni in fase di finalizzazione. Il suo contratto scade alla fine dell'anno, quindi sapete cosa significa.

 

 

 

9. Julius Randle

 

Julius sta diventando un giocatore a tutto tondo. Può portare la palla in transizione, dominare entrambi i lati del tabellone ma anche tirare dalla lunga distanza e colpire con un jump shot. Ha giocato ad alto livello fin dall'inizio della stagione, ma i Knicks farebbero meglio a scambiarlo per liberare un po' di spazio per l'estate.

 

 

 

8. Danilo Gallinari

 

Tendiamo a trascurare Gallinari a causa di tutte le sue lotte contro gli infortuni, ma è uno dei più efficienti marcatori della Lega quando è in buona salute. È stato così in questa stagione, quindi non sarebbe sorprendente vedere una squadra in lizza per il titolo interessarsi a lui, visto inoltre che i Thunder sono in fase di ricostruzione. Ha molti rischi, ma ha anche molti lati positivi.

 

 

 

7. Goran Dragic

 

Dragic ha abbracciato il suo ruolo di uscente dalla panchina per i Miami Heat ed è stato abbastanza solido quando è stato in salute. Tuttavia, sembra che la squadra di Erik Spoelstra abbia trovato il modo di vincere senza di lui ed essendo il giocatore sloveno destinato a diventare un free agent a fine stagione, sarebbe saggio cercare di ottenere qualcosa in cambio prima che lui se ne vada via gratis.

 

 

 

6. Jrue Holiday

 

Jrue sta vivendo una delle migliori stagioni della sua carriera. È in buona salute ed è da tutto l’anno che sta difendendo a ottimi livelli. Può giocare in entrambe le posizioni come guardia e può difendere anche qualche small forward grazie alla sua altezza e alla sua forza, quindi sarà sicuramente un giocatore degno di essere scambiato anche se il prezzo è alto. Inoltre, i Pelicans hanno Lonzo Ball, quindi non hanno bisogno di lui guardando al futuro.

 

 

 

5. Derrick Rose

 

D-Rose ha giocato il miglior basket della sua carriera dalla sua stagione da MVP. È stato aggressivo, forte, fisico e non si è tirato indietro di fronte a nessuna sfida, proprio come ai bei vecchi tempi. I Pistons non arriveranno ai Playoffs e Rose merita sicuramente la possibilità di vincere un campionato prima di ritirarsi, quindi dovrebbe chiedere uno scambio il prima possibile.

 

 

 

4. Andre Drummond

 

Drummond è il miglior rimbalzista della Lega, ma ha anche fatto grandi passi avanti in difesa. È un solido protettore del ferro, oltre che una minaccia nel pick&roll. La prossima stagione sarà un free agent ed è degno di un grande affare, anche in questa nuova NBA che non favorisce più i centri "vecchia scuola".

 

 

 

3. Kevin Love

 

I Cavs sono lontani anni dall'essere una squadra contendente. L'apice della carriera di Love si avvicina alla fine e Kevin non vuole sprecare gli ultimi suoi anni ad alto livello in una squadra in ricostruzione. Lo ha fatto capire in modo piuttosto chiaro. Potrebbe aiutare una contendente con le sue capacità a rimbalzo e il suo modo di allargare il campo, ma spostare il suo enorme contratto potrebbe essere un grosso problema per i Cavs.

 

 

 

2. DeMar DeRozan

 

I San Antonio Spurs non possono continuare a rimandare la ricostruzione. È stata una corsa infernale per Gregg Popovich e i suoi ragazzi, ma è ora di finirla. Inoltre, DeRozan ha un'opzione per il prossimo anno e non sembra che ci sia stata molto ottimismo nelle trattative per l'estensione del contratto tra le due parti. Porterà sicuramente un bel valore in cambio.

 

 

 

1. Chris Paul

 

CP3 è uno dei più grandi playmaker che abbia mai solcato i parquet d’Oltreoceano. Tuttavia, non è mai arrivato alle Finals e non vuole ritirarsi senza un anello. Sta giocando egregiamente dall'inizio della stagione e, cosa ancora più importante, è in buona salute. Tuttavia, i Thunder faranno molta fatica a trovare una squadra disposta ad assorbire il suo massiccio contratto.

 

 

 

 

 

 

 

© Fadeaway World

 

Questo articolo, scritto da Ernesto Cova per Fadeaway World e tradotto in italiano da Federico Molinari per Around the Game, è stato pubblicato in data 5 gennaio 2019.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com