I Raptors che non t'aspetti

January 10, 2020

© FOTO: SB Nation

 

 

 

© Raptors Republic

 

 

Non è insolito che venga chiesto ai giocatori dei Raptors 905 di giocare e portare energia alla "prima squadra" quando ha impegni in back-to-back. E quando mettono in mostra prestazioni superbe per i 905 in una partita e per i Toronto Raptors nella successiva, esemplificano il cuore stesso dell’organizzazione.

 

Le performance di Oshae Brissett, Chris Boucher, Matt Thomas e Stanley Johnson contro i Portland Trail Blazers martedì notte ne sono stato un esempio. La partita per loro arrivava subito dopo l’uscita con i 905, dove le doppie doppie di Brissett, Thomas e Johnson hanno sospinto la squadra alla loro nona vittoria stagionale. Nonostante la sconfitta dei Raptors per 101-99 contro i Blazers, la mentalità dimostrata dalla panchina ispira nient’altro che fiducia andando avanti.

 

“Sono stati fantastici, hanno giocato in maniera incredibile nel primo tempo”, ha affermato l’head coach dei Raptors Nick Nurse. “Hanno segnato qualcosa come 35 punti dalla panchina. Cavolo, se riusciranno a garantire un apporto del genere ogni sera, ci troveremo in un’ottima posizione!”

 

La partita di martedì è stata per i Raptors la decima senza nessuno tra Pascal Siakam, Norman Powell e Marc Gasol. E vista l’assenza dei loro pezzi principali, Toronto si è affidata alle tonnellate di energia fornite da panchina e supporting cast. La panchina dei Raptors ha risposto con un +25 totale contro i Blazers e sopratutto con 36 punti combinati, che sono stati la linfa vitale dell’intera squadra. 

 

Oshae Brissett continua ad adattarsi perfettamente al suo ruolo all’interno dei Raptors. Dopo una doppia-doppia da 18 punti e 11 rimbalzi con i 905 lunedì, Brissett è riuscito a portare tale inerzia positiva anche nella partita con i Raptors. Eppure, i suoi 12 punti, conditi da sei rimbalzi con 5/9 dal campo, sono nulla rispetto al cuore dimostrato in campo. Brissett è stato sempre il primo a buttarsi sulle palle vaganti e a lottare a rimbalzo per garantire ai compagni dei secondi possessi.

 

“È consapevole dei suoi limiti. Cerca sempre di metterci il cuore, di giocare duro in difesa, a rimbalzo e in attacco”  - ha affermato Nurse.

 

Anche Chris Boucher ha alzato il suo livello di gioco, quando chiamato in causa. Il suo gioco dal post è stato produttivo, come dimostrato dai suoi 9 rimbalzi (dietro solo agli 11 di Serge Ibaka). I Raptors hanno avuto un net rating di +22.4 quando Boucher era in campo e di -15.4 quando era fuori. Una differenza enorme. Chris, poi, ha avuto un ottimo impatto nel quarto quarto, segnando i primi 10 punti (!) della squadra.

 

Nonostante il 2/6 da tre alla prima partita di ritorno dall’infortunio, neppure la prestazione di Matt Thomas è passata inosservata. I suoi sei rimbalzi hanno contribuito alla supremazia sotto i tabelloni della squadra, che ha superato gli avversari per 57-46 in quella voce. Ci vorrà del tempo affinché possa tornare a tenere un'ottima media da tre punti... ma ci sta lavorando.

 

Quando le squadre affrontano i Raptors, scendono in campo sapendo già che la loro panchina dovrà essere contenuta. Il loro impatto, a volte quasi frenetico, può svoltare le partite. Ed energia a parte, molti dei giocatori, inclusi Brissett e Boucher, stanno continuando a migliorare le percentuali al tiro e prendono decisioni sempre migliori in attacco.

 

Tuttavia, rimane la loro grinta a fare la differenza. Contro i Blazers i giocatori della panchina hanno eclissato la maggior parte dei titolari avversari e anche senza molti dei giocatori principali, i Raptors riescono sempre ad essere competitivi, e lo devono al loro supporting cast.

 

“Abbiamo dei giocatori fantastici. Ragazzi che cercano di andare là fuori e di provare il loro valore, eseguire gli schemi e giocare” - ha detto Kyle Lowry.

 

In assenza di tempi precisi per il rientro di Siakam, Powell e Gasol, i canadesi saranno costretti ad affidarsi a loro per riempire i vuoti lasciati nel roster.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© Raptors Republic

 

Questo articolo, scritto da Lukas Weese per Raptors Republic e tradotto in italiano da Marco Cavalletti per Around the Game, è stato pubblicato in data 8 gennaio 2020.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com