The time has come

April 27, 2019

Le due squadre favorite a Est a confronto nella semifinale di Conference

 

 

Milwaukee Bucks e Boston Celtics si trovano al secondo turno dei Playoffs, dopo aver eliminato rispettivamente Detroit Pistons e Indiana Pacers. Prima del previsto avremo contro la squadra che ha vinto la Stagione Regolare e quella indicata a ottobre da tutti, o quasi, come favorita a Est.

 

Lo scorso anno i Bucks riuscirono ad arrivare a Gara 7, ma ora le squadre sono profondamente diverse. La franchigia del Wisconsin ha trovato definitivamente la chimica di squadra sotto Mike Budenholzer, mentre nel Massachusetts finalmente ci sono Kyrie Irving e Gordon Hayward disponibili.

 

Ma quali sono i principali fattori che decideranno le sorti di questa serie? Proviamo ad analizzarli. 

 

 

Chi proverà a limitare Giannis?

 

Il greco, nello sweep rifilato al primo turno ai Pistons, ha mantenuto 26.3 punti e 12 rimbalzi di media, dando l'impressione di avere ancora delle marce da scalare e soprattutto dominando il pitturato. Milwaukee ha segnato più punti in vernice in 69 delle 76 partite giocate da Giannis Antetokounmpo in questa stagione.

 

Come già visto nelle partite di Regular Season, probabilmente a marcarlo sarà Al Horford. L'idea che hanno tutti è assegnare la marcatura ad un lungo che possa avere la stazza per impensierirlo nella restricted area e battezzarlo invece lontano da canestro, per testare i suoi nervi nel tiro da fuori.

 

 

Se Al Horford dovesse partire in quintetto da ala grande, la marcatura potrebbe (almeno inizialmente) essere affidata anche ad Aron Baynes. L'australiano è sicuramente affidabile, ma i suoi minuti in campo permettono al centro avversario Brook Lopez di avere un accoppiamento agevole nella sua metà campo difensiva. Coach Brad Stevens userà il contagocce per i minuti di Baynes, che dovranno essere pochi ma di elevata intensità.

 

 

Chi, invece, Kyrie?

 

Eric Bledsoe avrà invece il compito di marcare la stella di Boston. L'ex Kentucky difensivamente è solido e il suo obiettivo sarà cercare di lasciare a Irving solo i canestri da "hero ball", cioè costruiti da solo, senza coinvolgere o trovare ritmo dai compagni. Ogni segnatura dovrà costare fatica al fuoriclasse. Sterling Brown potrebbe alternarsi con lui in marcatura, evitando che Bledsoe sprechi troppe energie nella metà campo difensiva.

 

 

I giocatori più importanti della serie

 

Horford e Bledsoe, quindi, saranno i giocatori più importanti della serie.

 

Il domenicano dovrà, nei minuti in cui giocherà da 5, essere pericolosissimo nel tiro da tre punti per far allontanare Lopez dal suo ruolo di rim protector. Le sue percentuali saranno decisive per "aprire la scatola" in attacco.

 

Bledsoe invece dovrà sollecitare Irving in difesa, probabilmente andando ripetutamente vicino a canestro per sfruttare la sua maggiore fisicità. 

 

 

I cavalli di rincorsa

 

Come al palio di Siena, non tutti i cavalli partono insieme. Malcolm Brogdon e Marcus Smart, infatti, inizieranno infortunati questa semifinale di Conference. Brogdon è un tuttofare di ormai grandissimo livello, mentre Smart è il riferimento difensivo ed emotivo dei bianco-verdi. Quali sono le loro condizioni? Appena rientrati riusciranno ad avere subito un impatto? Nella risposta a queste due domande potremmo trovare le chiavi della vittoria...

 

 

I tiri liberi

 

Essendo due squadre che usano in modo rilevante il tiro da fuori, la quantità e soprattutto la percentuale di tiri liberi potrebbe giocare un ruolo di inattesa importanza. I Bucks sono più forti nel pitturato, i Celtics nel gioco perimetrale. Chi avrà più punti facili sulla linea della carità avrà un'arma in più rispetto agli avversari. 

 

 

La "cabala" per Khris

 

Nella serie dello scorso anno, Khris Middleton tenne delle medie da videogioco: più di 24 punti a partita con il 61% (SESSANTUNO - non è un errore) da tre punti. Spetterà a Jayson Tatum renderlo inoffensivo come ha fatto in Regular Season: in 44 possessi lo ha costretto ad un 1/7 dal campo e 1 palla persa.

 

 

Il pronostico

 

Serie totalmente aperta, in cui le prime due gare saranno decisive. Dovessero i Bucks mantenere il fattore campo, sarebbe difficilissimo per coach Brad Stevens vincere quattro delle successive cinque partite.

 

L'arduo compito di Boston sarà prendersi subito il fattore campo, di modo che subentri il "fattore TD Garden", la serie si allunghi e la gioventù dei Bucks possa rivelarsi un boomerang quando la palla si farà pesantissima.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com