Verso la trade deadline: rumors e trattative dei Lakers

December 31, 2019

 

© Sportskeeda

 

 

Ad inizio stagione in molti prevedevano il salto di qualità dei Lakers, che li avrebbe portati a duellare con le migliori della Western Conference, ma pochi avrebbero scommesso che la compagine losangelina avrebbe guardato tutti dall’alto. La squadra di Frank Vogel ha un record di 24-7 finora ed è di 2.5 partite in vantaggio rispetto la rivale più prossima, i Denver Nuggets.

 

Nonostante ciò, hanno perso quattro partite consecutivamente e la dirigenza in vista della trade deadline di febbraio è stata spinta a guardarsi attorno per puntellare la squadra. Ecco le principali voci che riguardano la franchigia californiana.

 

 

 

KCP DIFFICILMENTE SI MUOVERÀ

 

Nonostante Kentavious Caldwell-Pope abbia firmato un prolungamento di recente, alcune voci si sono diffuse riguardo una sua possibile trade dopo l’inizio di stagione poco convincente. Secondo Joe Vardon di The Athletic, però, un suo trasferimento appare improbabile.

 

“Pur essendo una potenziale carta da giocare in chiave trade, KCP e il suo contratto da 8.1 milioni di dollari e player option, ogni eventuale scambio deve essere prima accettato dalla guardia tiratrice. Pur essendo Rob Pelinka voglioso di migliorare la squadra, difficilmente potrà avvenire scambiando Caldwell-Pope”.

 

 

 

Nonostante uno degli avvii di stagione col rendimento più basso, KCP ha migliorato le sue statistiche nelle ultime partite, raggiungendo i 9 punti, 2.2 rimbalzi e 1.8 assist di media in 25.2 minuti giocati

 

 

 

E KYLE KUZMA?

 

Kuzma ha dimostrato ancora una volta il suo valore con i 25 punti contro i Clippers nel derby di Natale, ma il giovane talento losangelino ha spesso trovato difficoltà nell’ottenere un discreto minutaggio (una sola volta nel quintetto base) dopo l’arrivo estivo di Anthony Davis. È uno dei maggiori indiziati a cambiare casacca durante la trade session invernale, ma Rob Mahoney di The Ringer afferma che il tutto potrebbe essere complicato dal suo contratto di “soli” 2 milioni di dollari (per questa stagione).

 

Il tipo di cestisti appetibili per i Lakers di solito firmano contratti più sostanziosi. Ciò non sarebbe un problema, se non per il fatto che Kuzma guadagni solo 2 milioni di dollari, cosa che potrebbe spingere alla cessione di altri membri de roster”.

 

 

 

POCHE CHANCE PER IGUODALA?

 

Andre Iguodala non ha ancora giocato da quando è stato scambiato con i Grizzlies durante l’estate 2019, con Memphis vogliosa di scambiare il (richiesto) veterano.

 

Con le possibilità di uno scambio ridotte al lumicino, alcuni esperti ritengono che sia Memphis sia Iguodala potrebbero trovare conveniente un buyout. Per poi accasarsi ai Lakers? Kevin O’Connor di The Ringer afferma che i Grizzlies insistono sull’impossibilità per Andre di muoversi in direzione California.

 

“I Lakers vorrebbero accogliere Iguodala, ma so che non c'è quasi speranza che ciò accada. I Grizzlies lo scambieranno, è solo un problema di quando e con chi. Secondo alcune fonti, Memphis è aperta a ogni tipo di trade, inclusi accordi che porterebbero contratti in scadenza a lungo termine”.

 

Pur avendo sofferto diversi infortuni negli ultimi anni, Iggy si è dimostrato ancora una volta una valida risorsa durante i Playoffs 2019 e qualcuno probabilmente si garantirà le sue prestazioni prima del possibile buyout.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© Sportskeeda

 

Questo articolo, scritto da Tristan Elliot per Sportskeeda.com e tradotto in italiano da Marco Marchese per Around the Game, è stato pubblicato in data 28 dicembre 2019.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici anche su

  • facebook-logo
  • instagram-social-network-logo-of-photo-c
  • twitter-social-logotype

Archivio AtG:

Around the Game nasce con l’obiettivo di avvicinare gli appassionati italiani alla pallacanestro NBA, attraverso due tipologie di contenuti: i contributi realizzati e pubblicati dai membri interni della redazione (diffusi a titolo gratuito, senza scopo di lucro, protetti da copyright e soggetti a legislazione vigente in materia di diritti d'autore); e articoli tradotti delle testate estere in collaborazione con AtG, pubblicati e tradotti in italiano dalla nostra redazione. I contenuti del secondo tipo, i cui diritti d’autore appartengono alle testate giornalistiche da cui sono stati pubblicati originariamente, sono pubblicati all’interno della sezione “Traduzioni” e vengono selezionati, tradotti e pubblicati da AtG solo dopo la ricezione da parte delle fonti di esplicito ed esclusivo consenso relativo a questa attività.

Around the Game non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza una periodicità prestabilita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Alcune immagini sono prese dal web: se un contenuto è di tua proprietà e vuoi richiederne la rimozione, oppure per qualsiasi questione relativa ai diritti d’autore, ti preghiamo di inviare una mail a questo indirizzo: pr.aroundthegame@gmail.com
 

Fondatore e Caporedattore: Andrea Lamperti -  Fondatore e Web Manager: Ferdinando Dagostino

© 2017 by Around the Game.  Prodotto da FerdinandoDagostino.com